13 Maggio 2021 Segnala una notizia

Da tutta Europa a Monza per parlare del contrabbando di opere d’arte

24 Settembre 2009

“Ospitare il forum dell’Unesco è per noi motivo di grande orgoglio che nasce dalla consapevolezza del ruolo di primo piano che ha il nostro paese a livello culturale. Abbiamo l’obbligo morale di proteggere e conservare questo immenso patrimonio”. Queste le parole di Massimo Zanello assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, che ieri ha aperto il convegno sulle “Nuove prospettive nella lotta al commercio illegale di opere d’arte nello scenario internazionale”.

Così, ieri, 23 settembre, al Teatrino della Villa Reale di Monza si sono riuniti per parlare e confrontarsi i più significativi esponenti della polizia a livello europeo, specializzati nel contrastare i mercati clandestini di opere d’arte. I vari relatori che si sono susseguiti nel corso della giornata hanno portato testimonianza del lavoro svolto e esponendo le diverse strategie di contrasto di tali illeciti.

Il convegno, realizzato dall’assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, in collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza ha visto in prima linea il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che quest’anno festeggia il 40° anniversario della sua costituzione. “Dal 1969, quando ci si è costruito il nucleo e c’erano solo 15 unità, è stato fatto un grande lavoro, non solo a livello nazionale ma anche internazionale” dichiara il Comandante Marco Scursatone. Oggi il corpo speciale conta una struttura centrale a Roma e 12 nuclei periferici tra cui quello di Monza coordinato dal Capitano Andrea Ilari.

Grande la soddisfazione del Generale Giovanni Nistri che spiega “la creazione del nucleo nel ’69 ha anticipato la convezione Unesco del 1970 che chiedeva a tutti i paesi del mondo di organizzarsi per salvaguardia dei propri patrimoni culturali”.

L’onore di aprire la prima sessione dei lavori alle ore 11.30 è toccata a Karl-Heinz Kind dell’Interpol che oltre ad illustrare il ruolo coordinativo svolto dall’organizzazione, ha ricordato a tutti una grande novità: dal 17 agosto 2009 è online il dabatabese internazionale che consente di verificare la provenienza di migliaia di opere d’arte.

In un contesto sempre più globalizzato anche il commercio illegale delle opere d’arte segue i tempi e il web diventa luogo di contrabbando con le aste online per esempio Benno Widmer ha parlato degli accordi resi dalla Svizzera con e-bay per far fronte a tali attività illecite.

{youtubejw}Vs8tj4jZXOM{/youtubejw}

Presenti anche, Amir Ganor, del nucleo Tutela Patrimonio culturale d’Israele, Patricia Inglima, rappresentante del Ministero Affari Interni americano dislocato a Roma, impegnato contro il traffico illegale di opere d’arti e rappresentanti Francia, Austria, Spagna, Cipro, Grecia, Bulgaria.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi