23 Aprile 2021 Segnala una notizia

Vacanze rovinate: già 15mila denunce in Lombardia, 2mila in Brianza

20 Agosto 2009

Vacanze_rovinateDue brianzoli su tre (tra chi è partito) sono ancora al mare e in montagna. Eppure, il centralino di Telefono blu – il terminale dove è possibile far valere i propri diritti di vacanzieri truffati – è già rovente. E sono già 15mila in Lombardia – circa 2mila nella Provincia di Monza e Brianza – i turisti che hanno avuto la vacanza rovinata. Con una crescita di scontenti del 5% rispetto al 2008.

“Tanti i motivi – spiega il presidente di Telefono blu, Pierre Orsoni – che hanno provocato disagi e dissapori: case e alberghi che non si sono rivelati all’altezza delle aspettative, pacchetti turistici irresistibili solo sul depliant pubblicitario, ma anche agenzie fantasma che hanno venduto vacanze chiavi in mano a caro prezzo che si sono rivelati inesistenti”.

Il 28 % (+2% )  delle chiamate ai centralini riguarda  un viaggio pacchetto, parti di viaggio acquistate anche on line con al primo posto i problemi legati alle tre società indicate e quindi al fatto di non poter usufruire della vacanza. Seguono le disdette, il contratto non rispettato, rinunce, annullamento per cause familiari, problemi insorti prima e durante il viaggio, non corrispondenza contrattuale, truffe e raggiri.

Il  22 %  (pure qui +2% ) riguarda invece problemi con i mezzi di trasporto (traghetti in ritardo, mancati imbarchi, danni da trasporto)  e problemi stradali (code, autostrade caotiche, barriere chiuse, disagi negli scali)  e overbooking (ritardi e sparizione di valigie)

Il 20% circa riguarda la qualità del servizio: ricettività degli alberghi, residence non altezza, case in affitto inadeguate, agriturismo non corretti, che hanno comportato annullamenti di prenotazioni, rescissione del contratto. Forti anche le lamentele per la scarsa pulizia, la cucina di cattiva qualità, la pubblicità non veritiera, i furti, il maltempo e l’assicurazione che non ha risposto.

Il 14% ha lamentato la scarsa ospitalità delle località turistiche, contestando la qualità della città, l’eccesso di multe, i parcheggi che non si trovano.

Il 10% ha denunciato vere e proprie emergenze ambientali  (rumori, inquinamento del mare e sporciazia in spiaggia, rifiuti mal raccolti).

Il 4 % delle segnalazioni infine ha lamentato prezzi troppo alti, pure finalmente in calo dopo anni di crescita indiscriminata.

In percentuale Milano e Monza  sono al 43%  Brescia al 13%, Bergamo al 10%,Varese al 7%,  Como al 6%, Cremona al 5%, Mantova al 4%,  Pavia al 4% , Lecco al 3%, Lodi al 3%, Sondrio al 2%. Le località straniere piu’ segnalate: Mediterraneo,Carabi Oceania, capitali europee, Mar Rosso, Egitto. Meno frequenti le lamentele di chi va in montagna.

Chi vuole denunciare la propria vacanza da incubo può chiamare i numeri 02-22226014  per Milano e Monza http://www.telefonoblu.it/lombardia/index.htm

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi