23 Aprile 2021 Segnala una notizia

Sarà la piccola Lesmo ad accogliere la nuova residenza di Silvio Berlusconi?

26 Agosto 2009

Silvio_BerlusconiIl cavaliere potrebbe presto fare il trasloco. E trasferirsi da Villa San Martino ad Arcore a Villa Gernetto a Lesmo. Tra l’esultanza dei cittadini di Lesmo, sindaco leghista Marco Desiderati (Lega Nord) in testa. E la contrarietà e lo scetticismo dei cittadini di Arcore e del loro primo cittadino, Marco Rocchini (PdL).

Sindaci in testa, tra i due comuni brianzoli è già scoppiata una vera e propria guerra di campanile. Con i due borghi ben decisi a trattenere tra le proprie mura il brianzolo più illustre.

A Lesmo il sindaco Marco Desiderati fa a dir poco i salti di gioia all’idea che Berlusconi possa venire ad abitare nel suo comune. “Siamo entusiasti a dir poco – commenta Desiderati -. La presenza di quello che diventerebbe subito il cittadino più illustre del nostro comune ci riempirebbe di orgoglio. Lesmo aspetta Silvio Berlusconi a braccia aperte”.

Ben diverso invece il punto di vista di Arcore, che rischia dopo tanti anni di perdere il premier e la visibilità mondiale che la sua presenza ha garantito. “In realtà Berlusconi non ha ancora deciso niente – getta acqua sul fuoco Marco Rocchini -. La verità è che non c’è ancora nulla di ufficiale. Ma se anche dovesse decidere davvero di trasferirsi a Lesmo, ad Arcore resterebbe pur sempre Villa San Martino, che è il buon ritiro di Berlusconi e della sua famiglia. Dove vengono organizzati i più importanti vertici del premier e dove il presidente del consiglio trascorre più tempo dopo il lavoro”.

Va detto d’altra parte che il premier pure a Lesmo da anni è ormai considerato uno di casa. Non passa settimana senza che Berlusconi venga a fare un sopralluogo a Villa Gernetto, dove da alcuni anni sta preparando l’Università del pensiero liberale. Un campus dove insegnerebbero i più grandi politici del pianeta: Gorbaciov, Clinton, Putin e che formerebbe personale politico di altissimo livello: la futura classe dirigente dell’Italia del futuro.

“Da almeno cinque anni – aggiunge Marco Desiderati che da alcuni mesi è anche parlamentare – ci siamo abituati alla presenza di Berlusconi a Lesmo. Da quando ha acquistato villa Gernetto, il premier ha sempre dimostrato un grande interesse per i lavori di ristrutturazione. E se ora deciderà di abbandonare villa San Martino preferendo Villa Gernetto come suo buon ritiro – prosegue il sindaco deputato – a noi va più che bene”.

Desiderati sogna a occhi aperti e pensa di instaurare con il premier un rapporto di intensa collaborazione: “Speriamo che Berlusconi venga spesso a Lesmo e interagisca con la popolazione. La speranza poi è che la villa rimanga aperta. Spero che, qualora diventasse il domicilio del premier, Villa Gernetto rimanga comunque un patrimonio della comunità, con la possibilità di mostrare la villa alle scuole e di organizzare qualche evento anche solo due o tre volte l’anno”. C’è grande entusiasmo anche per l’indotto che una facoltà universitaria tanto prestigiosa ed esclusiva potrebbe portare nella piccola Lesmo.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi