13 Aprile 2021 Segnala una notizia

Nasce il polo ferroviario della Lombardia: meno guasti e più pulizia

4 Agosto 2009

Finisce l’era delle Fs e delle Fnm. E nasce Trenitalia&LeNord: il primo operatore ferroviario regionale. Con un obiettivo ambizioso, se non visionario: garantire un trasporto di qualità con 173 corse in più e senza guasti ai 500mila pendolari che ogni giorno viaggiano su oltre 2mila treni lungo 1900 chilometri di strade ferrate. Con 900 treni soppressi all’anno – quasi tre al giorno – provocati da 200 guasti.

Un sogno che si chiama «federalismo delle infrastrutture» e che è stato sottoscritto ieri al Pirellone dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti e da quello delle Infrastrutture Altero Matteoli, insieme al il suo vice Roberto Castelli. Hanno firmato con il governatore Roberto Formigoni anche l’assessore regionale alla Mobilità Raffaele Cattaneo, l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato spa Mauro Moretti e il presidente delle Ferrovie Nord Norberto Achille.

Una novità storica salutata con favore anche dal Presidente della Provincia di Monza, Dario Allevi: «E’ un accordo che porterà grandi benefici anche in Brianza, e che va nella direzione imboccata anche dalla Brianza, che dove può sceglie il trasporto su ferro e sostenibile».

Il protocollo d’intesa firmato ieri dà il via libera alla nascita del «polo ferroviario lombardo»: una nuova società alla quale verrà affidata la gestione del trasporto pubblico locale su ferro in tutta la Lombardia. Sarà una società paritetica tra le Nord e Trenitalia (50 per cento ciascuno), che opererà per un anno in regime di sperimentazione. Poi, se tutto andrà bene, il fidanzamento convolerà a giuste nozze. Una novità assoluta nel panorama nazionale.

Ma non sarà una fusione: le Nord, secondo alcune indiscrezioni, continueranno a vivere di vita propria, mantenendo intatta l’attuale struttura societaria per dedicarsi ad altre “mission”. Slegate dal trasporto pubblico locale, preferibilmente al di fuori dei confini lombardi, e sempre nel campo della gestione delle tratte ferroviarie.Per un anno, dunque, le Nord affitteranno alla costituenda società le attività per cui sono nate, legate al trasporto pubblico locale (si chiama «affitto di ramo d’azienda»). La parola magica è «sinergia» tra le due società. Si parte da un presupposto: il governo riconosce che quella rappresentata dai pendolari è una «priorità nazionale», promettendo alla ferrovie più fondi per gli investimenti nella rete.

Secondo calcoli non ufficiali, Trenitalia potrebbe così risparmiare qualcosa come 25 milioni di euro l’anno in ammortamenti: cifra che grosso modo corrisponde alla differenza tra ciò che Trenitalia ha chiesto per il contratto di servizio stipulato con la Regione e ciò che invece il Pirellone si dice disposto a pagare.

 «Daremo vita — ha spiegato Formigoni — a un nuovo strumento organizzativo: non a una “new company”, come ho letto sui giornali, perché io preferisco definirlo con il termine latino della reductio a unum di Ferrovie dello Stato e Ferrovie Nord in Lombardia». «L’obiettivo definito —ha aggiunto l’ad di Trenitalia Moretti — è quello di un’integrazione gestionale».

{xtypo_rounded2} Cattaneo: «40 milioni per la rivoluzione qualità»

 L’assessore alle Infrastrutture del Pirellone, Raffaele Cattaneo, lo ha promesso: 40 milioni di investimenti nel biennio 2009-2010 per aumentare le corse dei treni regionali, l’apertura di nuove stazioni e il rafforzamento dei collegamenti aeroportuali. Per Cattaneo, questi investimenti «sono il frutto dell’attenzione per i pendolari che abbiamo voluto fosse analoga a quella che le Ferrovie dedicano all’alta velocità». Un fiume di denaro per rinnovare immagine e sostanza di una strada ferrata disastrata. Con meno guasti e più pulizia per il parco mezzi a disposizione della nuova società lombarda: 126 locomotori elettrici, 6 locomotori diesel, 226 elettromotrici, 110 automotrici diesel, 35 Taf, 42 Tsr e altri 36 in arrivo e 1127 carrozze. {/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi