06 Maggio 2021 Segnala una notizia

L’Alzheimer, malattia “europea”

4 Agosto 2009

anziani_soliOggi in Europa sono più di sette milioni le persone colpite dal morbo di Alzheimer e da altre patologie correlate e nei prossimi 20 anni si prevede che questo numero raddoppierà. E in questo settore interviene ora la Commissione europea, con una strategia per affrontare il morbo e le altre malattie neurodegenerative.

Si tratta infatti di problemi comuni a tutta Europa, che richiedono un coordinamento negli interventi di prevenzione, diagnosi, trattamento e cura per meglio aiutare le persone che ne sono colpite. Per raggiungere quest’obiettivo, ai Paesi dell’UE è chiesto di investire congiuntamente nella ricerca nel settore delle malattie neurodegenerative, in particolare nel caso del morbo di Alzheimer.

È fondamentale investire e cooperare in questo campo per due ragioni: innanzitutto per offrire speranza, dignità e una vita migliore alle persone che ne sono affette, ma anche per limitare i costi sociali di queste malattie. Nel 2005 i costi complessivi per la cura del morbo di Alzheimer e di altre forme di demenza hanno raggiunto circa 130 miliardi di euro in tutti i 27 Stati europei, che in madia significa 21 000 euro per paziente.

“Vogliamo far sì che la ricerca svolga un ruolo più importante nell’affrontare problematiche sociali come quelle poste dal morbo di Alzheimer e da altre malattie collegate. La Commissione europea ha già sostenuto progetti di ricerca ai quali hanno partecipato i migliori scienziati in questo campo. Si tratta di un’opportunità per il mondo scientifico europeo e di una risposta ad un problema della società moderna in cui viviamo”, ha detto il commissario europeo per la scienza e la ricerca, Janez Poto?nik.

Quest’idea segna un importante passo avanti nella campagna “L’Europa per i pazienti” e nel nuovo approccio alla programmazione congiunta nel settore della ricerca. Il progetto europeo intende affrontare i problemi principali causati dal morbo di Alzheimer e da altre forme patologiche prevedendo interventi tempestivi per diagnosticare la demenza e per ridurne il rischio, migliorando il coordinamento delle attività di ricerca tra i paesi dell’UE attraverso la condivisione delle buone prassi. Nell’ambito della campagna per i pazienti molte misure sono state prese recentemente, tra cui quelle che permettono alle persone malate di farsi curare in un altro Paese dell’UE e di farsi poi rimborsare dal proprio sistema sanitario nazionale.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi