18 Aprile 2021 Segnala una notizia

La Sinistra in fondo al mare. Di Andrea Sironi

26 Agosto 2009

sinistra_e_libertaQuesto per me è un agosto pieno di interrogativi. La sinistra, la cosiddetta sinistra dov’è? Sarà al mare? Sarà in montagna? Starà godendosi gli ultimi scampoli di vacanza dopo l’estenuante campagna elettorale di questa primavera?

Sta di fatto che un silenzio, un assordante silenzio pervade l’ambiente che ci circonda. Agosto sta per volgere al termine, è stato un mese caratterizzato da fatti che rasentano l’orribile, che rasentano ormai l’imbarbarimento della nostra società civile, anche se di civile, per la verità, è rimasto ben poco.

Fra l’istituzione delle ronde, e i primi risultati tangibili delle nuove leggi anti-immigrazione, che ricordo, hanno portato alla morte ben 73 esseri umani con il conseguente rimbalzo di responsabilità fra Italia e Malta, la sinistra è praticamente sparita dalla scena mediatica, anche se non è che in altre circostanze la occupasse molto.

Semplici comunicati sterili, timidi e paurosi, non servono a nulla, se non consolidare l’idea che una nuova politica non vuole proprio “ripartire”, non vuole proprio proporsi. Mi sembra quasi che l’afasia e l’apatia che ha colpito l’intera opinione pubblica, sia riuscita a scalfire anche l’idea di una nuova sinistra, che protesta, che si indigna apertamente e energeticamente ad una deriva sociale sempre più rozza e priva di ogni sensibilità.

Invece la prontezza di una risposta di condanna, di ferma condanna, è stata formulata soltanto dalla Chiesa, beffeggiata da il leader della Lega senza mezzi termini.

E la sinistra dov’è? Sinistra e Libertà in particolar modo dov’è? Tutte le energie profuse alle elezioni europee e provinciali dove sono finite?

Spesso ci si lamenta che il “campo mediatico” viene interdetto ai partiti minori, nulla di più vero, ma siamo sicuri che un aspetto sia anche il non saper occupare tale spazio nel modo migliore? E soprattutto di non avere quella prontezza nel far percepire la propria presenza?

Queste sono mancanze, gravi mancanze, inutile negarlo. Possiamo ricondurle ad una indecisione sul da farsi? Ad una indecisione su come costruire un nuovo futuro e di conseguenza proporlo al paese?

Come già scritto in diversi miei precedenti articoli, credo fermamente che la possibilità di proposta di una nuova linea politica di sinistra ci sia, anche se, in certe circostanze, si tende a mettersi in un angolo, come se, una non ben definita “sordità” colpisca le nostre coscienze.

D’accordo, Sinistra e Libertà è ancora nulla (purtroppo), a parer mio però, deve porre obbligatoriamente maggior attenzione ai propri interlocutori, facendo conoscere sempre la propria posizione e quando necessario condannare fatti ed e eventi senza mezzi termini, altrimenti cadrà inevitabilmente nel peggior e vecchio sistema politico demagogico, senza futuro.

Se questa tragedia del mare fosse accaduta durante la campagna elettorale di qualche mese fa, quanto tempo sarebbe trascorso dalla netta condanna?

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi