18 Maggio 2021 Segnala una notizia

Case, prezzi in calo ma il mattone non è in saldo

17 Agosto 2009

prezzo_casaLa crisi morde. Ma il matto­ne non è in saldo. Il mercato della compravendita crolla del 30%. Ma il prezzo delle ca­se al metro quadrato nella Grande Milano non si svaluta. Comprare casa nella città che corre verso l’Expo significa sborsare in media 3.637 euro al metro quadrato, appena lo 0,2 per cento in meno di un anno fa. Chi a suo tempo ha in­vestito nel mattone, oggi ven­de «solo se trova risposta alle proprie aspettative».

Chi, inve­ce, compra, «lo fa senza fretta, attendendo l’occasione giu­sta. E, nell’attesa ricorre all’af­fitto «il cui mercato è in ripre­sa », spiegano gli esperti. Il mattone tiene in centro con medie di 9.200 euro al me­tro quadrato; nella cerchia dei Bastioni (+0,5% in sei mesi, 5.046 euro al metro quadrato) e lungo la circonvallazione (+0,1%, 3.476 euro al metro quadrato). Rallentano imper­cettibilmente in centro (-0,3%, 7.043 euro al metro quadrato) e soprattutto nelle aree di decentramento (-0,5%, 2.532 euro al metro quadra­to). L’offerta di case aumenta, ma non incontra la domanda, perché c’è una difficoltà reale nell’accesso ai mutui.

A fronte del leggero rallentamento dei prezzi che in questi primi sei mesi dell’anno ha coinvolto gli immobili vecchi e recenti, scesi rispettivamente dello 0,7 e dello 0,5%, i progetti edilizi previsti a Milano hanno fatto aumentare dello 0,3% il valore di quelli nuovi, portando il calo generale a un impercettibile 0,2 per cento. Nel dettaglio per zone, sono scesi i prezzi nel centro storico, che ha perso 0,3 punti e dove una casa mediamente si paga 7mila euro al metro quadrato, così come nel decentramento, che ha registrato un calo dello 0,5% assestandosi su valori medi di 2.500 euro al metro quadro.

«Nel primo semestre abbiamo assistito a una sostanziale tenuta dei prezzi – dice Antonio Pastore, presidente di Osmi Borsa immobiliare – trainata soprattutto dagli edifici nuovi, che costituiscono il 20% delle transazioni a Milano. Questo avviene perché per la città sono in corso di realizzazione importanti progetti di riqualificazione edilizia che permettono di mantenere le cifre elevate. Ma anche perché, per contro, l’usato, che abbraccia il rimanente 80% del mercato, è in mano a privati, che hanno prospettive d’incasso elevate e che quindi non sono disponibili a svendere il loro patrimonio, preferendo aspettare tempi più vantaggiosi per le transazioni immobiliari».

Le transazioni, dunque, sono il vero nodo doloroso per il settore. Le compravendite di immobili a Milano sono crollate del 20,3% nel primo semestre del 2009 rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso. Ancora peggio in provincia, dove il calo raggiunge quasi il 22 per cento. Una contrazione positiva, almeno per gli inquilini, è invece quella degli affitti, in diminuzione dell’8% su base semestrale e del 13% sui dodici mesi.

Il prezzo di locazione a Milano è mediamente di 176 euro al metro quadrato all’anno. «Il panorama complessivo della città dice che viviamo in mezzo a una contraddizione – spiega ancora Pastore – Da una parte cala significativamente il numero delle transazioni, dall’altra il fabbisogno abitativo resta elevato. Ciò significa che il problema è finanziario, ossia che le famiglie non hanno a disposizione la liquidità necessaria per acquistare casa, soprattutto perché le banche sono diventate molto più selettive nell’erogazione dei mutui. Chi compera, dunque, lo fa senza fretta, aspettando l’occasione giusta. E, nell’attesa, ricorre all’affitto, il cui mercato sta conoscendo una buona ripresa».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi