21 Aprile 2021 Segnala una notizia

Villa Reale di Monza come la Reggia della Venaria: il sogno parte oggi

20 Luglio 2009

Villa Reale di Monza come la Reggia della Venaria Reale di Torino. Il sogno parte oggi. Nasce ufficialmente il Consorzio per la gestione del Parco e della Villa Reale. Una firma storica – quella di oggi – per la reggia del Piermarini: prima fastosa reggia – la più amata da Re Umberto I – poi dimora maledetta e in disuso. Ora Comune di Monza e Regione Lombardia sperano nel rilancio e di trasformarla in un contenitore di cultura e spettacoli di prestigio. Un biglietto da visita per la Provincia di Monza.

Nel tardo pomeriggio arriveranno a Monza il ministro ai Beni artistici e culturali Sandro Bondi e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Un vertice con il sindaco Marco Mariani per mettere a punto nei dettagli l’atto costitutivo del Consorzio di gestione. Si siederanno attorno a un tavolo per apporre la firma al documento che, di fatto, battezza, anche da un punto di vista operativo, l’ente costituito per far rinascere l’intero complesso della Villa.

«Arriviamo a questa firma dopo avere a lungo lavorato – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Monza, Pierfranco Maffè – e a un anno dalla visita del ministro Bondi, proprio come promesso. Una tappa importante che arriva in un anno altrettanto significativo per la Villa Reale che, a settembre, ospiterà il primo Forum mondiale Unesco sulla Cultura. La dimostrazione di quanto la reggia sia in grado di ospitare eventi di altissimo livello. I progetti di recupero dello storico palazzo, che verranno portati avanti dal Consorzio di gestione, permetteranno di implementare ulteriormente le grandi risorse e potenzialità del complesso del Piermarini». Assicurandogli un futuro florido senza doversi accollare pesanti ipoteche».

La storica firma è arrivata alla vigilia dell’assegnazione dell’incarico all’architetto Giovanni Carbonara, direttore della scuola di specializzazione di restauro dell’università La Sapienza di Roma, per un progetto definitivo rispetto al piano preliminare da 111 milioni di euro che prevede di utilizzare una porzione della reggia per scopi commerciali in modo da garantire la copertura finanziaria ai restauri, l’apertura di un museo e altre funzioni più «nobili. Saranno 61 i milioni di euro garantiti da una serie di interventi destinati a produrre reddito come un albergo a cinque stelle, un centro benessere e spazi dedicati all’alta ristorazione. Gli altri 50 milioni saranno coperti da uno stanziamento di fondi del Governo.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi