22 Aprile 2021 Segnala una notizia

Confindustria MB, l’addio dopo 12 anni di Carlo Edoardo Valli

6 Luglio 2009

Per dodici anni è stato il volto del «Made in Brianza». Carlo Edoardo Valli, 73 anni, lunedì ha lasciato l’incarico di Presidente di Confindustria Monza e Brianza, cedendo il passo al giovane imprenditore Renato Cerioli, classe 1970. Lo storico passaggio del testimone è stato ratificato dall’Assemblea generale ordinaria delle aziende di Confindustria Monza Brianza, riunita nella sede di via Petrarca a Monza.

Dal 1997 a oggi, Carlo Edoardo Valli è stato a capo della associazione di imprese – nata nel lontano 1902 – più antica d’Italia. Una società che rappresenta 800 tra le aziende più rappresentative della Brianza, con 35mila addetti e un fatturato annuo di 15 miliardi di euro. In una terra che con 83mila imprese – una ogni nove abitanti – è una delle locomotive economiche d’Europa.

Un compito che Valli ha portato a termine puntando su alcuni aspetti peculiari della sua personalità: un alto senso della dignità della sua carica e del ruolo che gli imprenditori hanno in Brianza, la profonda conoscenza – lui imprenditore nato tra imprenditori – del mondo dell’impresa e il profondo radicamento in alcuni valori tradizionali della Brianza: la fede cristiana e la «religione» laica del lavoro.

Gli anni della presidenza Valli sono stati cruciali per l’«azienda Brianza»: la profonda trasformazione del tessuto delle imprese, passato in pochi anni dal predominio del manifatturiero al sempre maggiore peso specifico delle aziende di servizi, fino alla crisi economica che ha colpito duro anche su un tessuto imprenditoriale forte come quello brianteo.

In questi anni non facili, Carlo Edoardo Valli ha sempre difeso la forza delle imprese, nella convinzione che la tutela degli interessi delle aziende coincidesse con quelli di tutta la Brianza e che un tessuto imprenditoriale forte rappresentasse un fattore di crescita e di benessere per tutti: nessuno escluso.

Tanti i fronti sui quali ha combattuto: la nascita della Provincia di Monza, convinto che la Brianza autonoma da Milano potesse contare di più, la richiesta pressante di un potenziamento della viabilità capace di non «soffocare» lo slancio delle imprese e il lavoro dei brianzoli, il rapporto non sempre facile con i sindacati, la spinta all’innovazione e all’internazionalizzazione delle imprese, la creazione di profondi rapporti di collaborazione tra il mondo delle imprese e le associazioni di tipo sociale e culturale, come la Fondazione per la Comunità di Monza e Brianza.

In tanti anni di carriera sono stati tanti gli incarichi ricoperti da Carlo Edoardo Valli: sindaco di Renate dal 1985 al 1995, membro del consiglio della Banca provinciale lombarda dal 1993 al 1995, membro del consiglio della Technoleasing del gruppo Credito Valtellinese dal 1985 al 1990; dal 1976 al 1999 è stato membro del board del comitato organizzativo del Salone del mobile italiano a Milano; dal 1997 è consigliere della Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura di Milano, e da due anni è presidente della Camera di commercio MB; nel biennio 1999-2001 è entrato nella giunta di Confindustria; dal 2001 al 2003 è stato vicepresidente di Confindustria Lombardia. E’ stato membro del consiglio di amministrazione della Fiera di Milano dal 2000 al 2003, di cui è stato anche vicepresidente; dal 2002 al 2005 è stato membro del Consiglio di amministrazione della Sea.

Ma la qualifica di cui va più fiero è quella di imprenditore. Un’arte che ha ereditato dal padre Pasquale Valli, fondatore nel 1934 a Renate della ditta Valli&Valli dove ha lavorato per tutta una vita trasformandola in una delle imprese più prestigiose della Brianza che ancora oggi porta il suo nome.

{xtypo_rounded2}Al timone di comando un top manager bocconiano 

RenatoCerioliBocconiano, commercialista, il neopresidente di Confindustria Monza Brianza Renato Cerioli è un top manager della sanità privata. E’ presidente e amministratore delegato degli Istituti Clinici Zucchi di Monza. La sua formazione dunque è molto diversa da quella di Carlo Edoardo Valli, imprenditore puro e figlio della tradizionale impresa manifatturiera.

Il nome di Renato Cerioli è stato preso dal vivaio ricchissimo dei giovani imprenditori della Brianza: è vicepresidente del gruppo giovani industriali di Confindustria Brianza e, da diversi anni, è impegnato negli organi direttivi dell’associazione.

Cerioli sarà a capo nei prossimi anni della associazioni di industriali che – nata nel lontano 1902 e vecchia di 107 anni – è la più antica d’Italia. Un dato che fa balzare ancora di più all’occhio la giovane età del neo presidente designato.

Classe 1970, Cerioli è l’ambasciatore della nuova realtà imprenditoriale della Brianza e dei profondi cambiamenti che negli ultimi anni ha fatto l’impresa locale.

L’assemblea degli associati ha ratificato la nomina anche dei tre vicepresidenti elettivi proposti da Cerioli: Pierantono Agrati, presidente di Agrati spa e membro della Giunta Esecutiva dell’Associazione; Mario Barzaghi, presidente di Effebiquattro spa e presidente del gruppo merceologico delle imprese del legno-mobile e Andrea Dell’Orto, vicepresidente e direttore commerciale di Dell’Orto spa e presidente del gruppo merceologico delle industrie meccaniche. Saranno affiancati dai vicepresidenti di diritto Ambra Redaelli, presidente del Comitato Piccola Industria e Matteo Parravicini, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori. Cerioli succede a Carlo Edoardo Valli, in carica dal 1997, che resterà in Consiglio direttivo con la carica di past-president.

{/xtypo_rounded2}

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi