13 Maggio 2021 Segnala una notizia

Unione Artigiani di Monza e Brianza: “Il lavoro nero danneggia tutti noi”

26 Giugno 2009

unione_artigiani_relatoriRepressione del lavoro nero e di quello sommerso per favorire una leale concorrenza tra gli artigiani. Questo il senso dell’incontro che si è svolto il 23 giugno presso la Camera di Commercio di Monza e Brianza durante il quale la direzione provinciale del lavoro ha delucidato agli artigiani presenti quelle che sono le normative vigenti.

Presenti all’incontro sia il Presidente dell’Unione Artigiani di Monza e Brianza, Walter Mariani, sia il segretario generale Marco Accornero. “Un organo quello della direzione provinciale del lavoro (DPL) che discende direttamente dal Ministero del Lavoro e di cui non tutti conoscono i servizi – ha affermato Mariani – Se un artigiano ha dei lavoratori in nero sfavorisce un altro artigiano che vende i suoi prodotti ad un prezzo più alto perchè invece ha dei costi maggiori dato che ha regolarizzato tutti si suoi dipendenti”.

AccorneroMarcounioneartigiani“Non si tratta di fare della repressione – ha introdotto Laura Galbusera, avvocato e ispettore del lavoro – Ma le azioni degli ispettori sono volte a far rispettare le leggi che permettono di fronteggiare gli aspetti di illegalità”. Dalla pianificazione alle relazioni conclusive, passando per i vari atti e le possibili infrazioni, ogni argomento che regola i rapporti tra imprenditore e lavoratore è stato debitamente sviscerato.

Un evento unico nel suo genere, dove il Ministero del lavoro ha voluto interfacciarsi direttamente con chi riceve le ispezioni, temendo sempre di aver commesso qualche infrazione.

“Quelle in vigore non sono leggi sono un vero ginepraio – commenta un artigiano – Spesso non è facile restare nella legalità perchè non si riesce a stare aggiornati rispetto all’emanazione dei decreti. Trovo molto utile, infatti, questo tipo di incontri, in cui in poche ore ci vengono illustrate le nuove norme e gli ispettori rispondono ai nostri dubbi”.

Questa assemblea è un primo piccolo passo in avanti per normalizzare i rapporti, spesso tesi, che intercorrono tra artigiani e ispettori. I primi, hanno avuto così modo di sottoporre a esperti e qualificati professionisti alcune spinose domande tecniche. E gli ispettori, dal canto loro, (non c’era solo l’avvocato Laura Galbusera, ma anche l’ingegner Paolo Schiavone) hanno delucidato soprattutto qual è lo spirito con il quale svolgono il loro mestiere.

“Non vogliamo essere invasi o bloccare l’attività artigianale – ha concluso Galbusera – Però accertare con la massima precisione, codice alla mano, che le leggi siano rispettate affinché la concorrenza si svolga alla pari”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi