14 Maggio 2021 Segnala una notizia

Migliora la qualità delle acque di balneazione nell’UE

20 Giugno 2009

logo_europaSono oltre mille le spiagge e spiaggette di mari, laghi e fiumi dell’Italia settentrionale censite nella relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione, presentata oggi dalla Commissione europea e dall’Agenzeuropea dell’ambiente.

I risultati sono positivi sia a livello europeo che locale: nel 2008 la maggior parte dei siti di balneazione ha rispettato le norme igieniche dell’UE. La percentuale di risultati positivi è più alta per le coste marittime (il 96% non ha problemi) rispetto a quelle interno: il 92% dei siti di balneazione lungo i fiumi e sui laghi ha rispettato gli standard minimi.

Insomma, notizie tranquillizzanti in vista della stagione estiva ormai prossima. Stavros Dimas, commissario europeo all’ambiente, ha dichiarato: “Una buona qualità delle acque di balneazione è essenziale per il benessere dei cittadini europei, ma anche per l’ambiente, e questo vale per tutti gli altri corsi e bacini d’acqua. Noto con piacere che la qualità globale dell’acqua nelle zone di balneazione sta migliorando in tutta l’Unione”. Jacqueline McGlade, direttrice dell’Agenzia europea dell’ambiente, ha aggiunto: “Grazie a fonti di informazioni quali la relazione in questione e gli strumenti disponibili sul web i cittadini possono non solo controllare la qualità delle acque di balneazione nel loro luogo di residenza o nei luoghi di vacanza ma anche partecipare più attivamente alla protezione dell’ambiente”.

La tendenza sulla qualità delle acque di balneazione è al miglioramento. Fra il 1990 e il 2008 il rispetto dei requisiti minimi di qualità è salito dall’80% al 96% e dal 52% al 92% rispettivamente per le acque costiere e le acque interne. Anche nell’ultimo anno, dal 2007, la conformità è migliorata in entrambi i settori (rispettivamente 1,1% e 3,3%).

Sul sito web dell’Agenzia europea dell’ambiente appaiono cartine e tabelle con informazioni dettagliate sulle zone di balneazione specifiche, nelle quali ogni cittadino può informarsi sulla qualità delle acque del suo territorio (http://www.eea.europa.eu/themes/water/status-and-monitoring/state-of-bathing-water).

A livello europeo, nel 2008 sono stati monitorati circa 75 siti (cioè le aree in cui la balneazione è espressamente autorizzata o non è proibita e che sono generalmente molto frequentate) più rispetto all’anno precedente: in totale 21 400 spiagge, di cui due terzi di mare e le altre lungo fiumi e laghi. L’Italia, con i suoi tremila chilometri di coste marittime e i sui laghi è il Paese con più aree monitorate.

Le acque di balneazione sono sottoposte a una serie di esami per verificare il rispetto dei valori obbligatori stabiliti dalla direttiva europea in materia, su determinati parametri fisici, chimici e microbiologici. Una norma del 2006 rafforza la necessità di trasmettere informazioni al pubblico sulla qualità delle zone di balneazione. Quest’ultima direttiva europea dovrà essere pienamente attuata entro il 2015, ma già durante la stagione balneare 2008 dodici Stati dell’UE (Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Slovacchia, Spagna, Svezia e Ungheria) hanno già utilizzato i nuovi parametri di monitoraggio previsti.

NB: in allegato la tabella con la lista delle spiagge, così suddivise:

Piemonte       108   (TO 13, BI 6, VB 52, NO 37)

Liguria            429   (IM 105, SV 100, GE 121, SP 103)

Lombardia      284   (VA 48, CR 4, CO 69, LC 24, SO 4, MI 7, BG 21, BS 95, PV 11, LO 1)

Trentino AA   54     (TN 36, BZ 18)

Veneto           160   (RO 13, BL 4, VE 79, VR 64)

Friuli VG         66     (PN 2, UD 18, GO 18, TS 28)

Emilia Rom.   92     (FE 13, RA 29, FO 11, RN 39)

Vedi allegato

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi