23 Novembre 2020 Segnala una notizia

Elezioni: l’UDC vince il ricorso, tutte le schede elettorali provinciali da rifare

5 Giugno 2009

Udc_monza_e_brianza83Quattro milioni di schede da ristampare, piegare e ridistribuire per le elezioni provinciali di Milano e Monza e Brianza. La sentenza del Consiglio di Stato ha dato ragione all’Unione di Centro che aveva presentato ricorso contro la Democrazia Cristiana che a loro dire non poteva utilizzare il simbolo dello scudo crociato in quanto confondibile.

E così, a poche ore dal voto, il colpo di scena che rischia di far saltare le prime elezioni della nuova provincia. In teoria il Ministero dell’Interno ha garantito che le elezioni non sono a rischio, in quanto ci sono mezzi e persone adeguati per far fronte a questo disguido, in realtà qualche minimo rischio c’è. Le schede elettorali devono essere consegnate entro l’apertura dei seggi, le 8 di domani mattina, quindi in meno di 24 ore dovranno essere ristampate circa 4 milioni di schede sulle quali al posto del simbolo della DC, quello blu con lo scudo crociato, ci dovrà essere il simbolo sostitutivo.

dc_simboliUn guaio che riguarda solo le elezioni provinciali di Milano e della provincia di Monza e Brianza, in quanto la DC solo per queste amministrative ha presentato un simbolo che poteva essere confuso con quello dell’Unione di Centro e anche perchè il ricorso della UDC è legato solo a queste Provinciali e a nessuna Comunale.

“Quando abbiamo depositato la lista, abbiamo consegnato in Tribunale anche una memoria nella quale presentavamo le sentenze, l’ultima era dell’aprile del 2009, in cui ben si sanciva che l’uso dello scudo crociato era esclusiva dell’UDC – spiega Domenico Pisani, candidato alla presidenza dell’Unione – Quindi in tempi non sospetti, e quando c’era ancora il tempo di fare chiarezza, abbiamo sollevato il problema della troppa somiglianza dei due simboli”.

La vicenda ha inizio quando la DC presenta la propria lista con il simbolo blu e lo scudo crociato: il Tribunale di Milano ricusa la lista, mentre quello di Monza si riserva di accettare la lista a patto che venga cambiato il simbolo con uno meno equivocabile. La DC non sostituisce il simbolo e si appella al TAR con la richiesta di sospendere il provvedimento. Il TAR concede l’uso del simbolo e si riserva di decidere con una sentenza successiva, che giunge il 29 maggio, con la quale ammette il simbolo della DC.

UDClogoL’UDC non si arrende: fa ricorso al Consiglio di Stato. Oggi alle 15,00 giunge l’ordinanza con la quale il Consiglio di Stato accoglie il ricorso dell’UDC e sospende la sentenza del TAR. Alla Prefettura non è rimasto che comunicare a tutte le amministrazioni il ritiro delle schede elettorali provinciali di Milano e di Monza e Brianza. Immediatamente si è attivata per il ristampa delle stesse e per avviare la macchina per la ridistribuzione e piegatura delle schede.

“Siamo profondamente dispiaciuti di quanto sta accadendo – ha affermato Domenico Pisani – Non solo avevo paralato delle questione anche in televisione, ma ritengo quello della DC un comportamento da irresponsabili. Hanno voluto creare un equivoco solo su Milano e Monza per cercare di recuperare qualche voto, ma gli è andata male”.

Resta il remoto rischio che domani mattina le nuove schede, con il simbolo alternativo delle DC, non giungano per tempo ai tutti i seggi elettorali, ma soprattutto che gli scrutatori scambino le vecchie con le nuove schede, ormai non più valide.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi