13 Maggio 2021 Segnala una notizia

Arcore, il sindaco del PDL caccia l’UDC dalla Giunta: “Non siete più nostri alleati”

17 Giugno 2009

Giuliana_Perillo_e_CasiniI rapporti pare non siano mai stati distesi, ma sabato è arrivato come una doccia fredda il divorzio tra la Giunta arcorese, guidata dall’avvocato Marco Rocchini, sostenuto dalla coalizione pdellina (ma ai tempi delle elezioni del 2006 salito al governo anche grazie all’UDC), e l’assessore all’urbanistica, l’avvocato Giuliana Perillo, schierata con lo scudo crociato.

Se a Milano l’Udc ha avuto il problema Ruffino, che ha deciso di votare Pdl al ballottaggio delle Provinciali (per questo ora sospeso dai vertici dello scudo crociato), ad Arcore la frattura è avvenuta nel senso opposto, con il Pdl che ha deciso di prendere le distanze dall’Udc.

Il sindaco parla di un “mutato quadro politico” e “di sopravvenuti equilibri diversi tra le forze politiche che sostengono la maggioranza” per poi concludere con il licenziamento del giovane assessore.

pisaniEppure Giuliana Perillo, su consiglio dello stesso Domenico Pisani, candidato tra quelli di Casini alla Presidenza della Provincia di Monza e Brianza, aveva scelto di appoggiare, come naturale che fosse, il candidato, ma con il buon gusto di non presentarsi in lista. Ciò non è bastato.

“Per evitare di innescare una bomba Giuliana non si è presentata tra le file dei candidati ufficialmente, ma tale accortezza non è bastata – difende Pisani il politico arcorese – Esprimo tutta la mia solidarietà e ritengo che l’atteggiamento di Rocchini sia incomprensibile”.

“Per l’Udc non è questione di aver perso una poltrona – conclude Pisani – Ma ci preoccupa vedere con quale facilità ad Arcore si venga meno a dei patti siglati in tempi non sospetti”.

L’avvocato Perillo è stato infatti determinante per la presa del Palazzo: Rocchini ha vinto le elezioni per soli 56 voti, e l’ex assessore all’urbanistica aveva portato da sola una buona parte dei voti della coalizione.

“Il sindaco deve dimettersi – non va per il sottile l’assessore – In questi due anni sono sempre stata leale con la Giunta, e non ho mai creato problemi. Quali equilibri politici sono mutati? Un sindaco che esclude dall’Amministrazione un partito e un assessore, eletto democraticamente dai cittadini, che gli hanno consentito di assumere la carica che ricopre, ha una sola alternativa: dimettersi”.

Ma l’ex assessore in un documento di 5 pagine del 16 giugno protocollato in Comune va anche oltre: parla di una sorta di mobbing politico che ha subito durante questi ultimi due anni, parla di un mancato riconoscimento del lavoro fatto, di vera indifferenza nei sui confronti, e cosa ancora più grave afferma “le motivazioni addotte in decreto sono assolutamente pretestuose, specialmente se si pensa all’interesse per l’assessorato all’urbanistica che certi individui, come a tutti noto, hanno sempre dimostrato e non certo per il bene della cittadinanza”.

Così l’alleato di un tempo del sindaco Rocchini si è trasformato in una vera e propria spina nel fianco: “D’ora in avanti il mio personalissimo impegno sarà quello di vigilare costantemente ed attentamente sull’operato, sulle procedure e sulla legalità di tutti gli interventi in campo urbanistico, per continuare a tutelare la cittadinanza arcorese”.

Ecco il documento integrale scritto dall’avvocato Giuliana Perillo:

letteraperillo.pdf

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi