13 Aprile 2021 Segnala una notizia

Volley Muggiò perde di misura, ma è ancora in corsa

11 Maggio 2009

pallavolomuggiogruppoSei metri. Tanto ha percorso sul nastro della rete la palla di Bosisio, prima di “scegliere” da che parte cadere sabato 9 maggio al Palazzetto Brusuglio di Cormano. Qualcuno direbbe “quella sbagliata” ma tant’è. Era il 24-23 per Cormano, ma la sensazione che Muggiò ce la potesse fare era vera, tangibile. A “due terzi” di una gara intensissima, le biancorosse si trovavano sotto 24-21. L’avversario dall’altra parte della rete era ostico, ma non poteva essere altrimenti, si trattava sempre delle sfida tra prima e seconda in classifica. E la palla, quella palla che beffardamente ha ballato sul nastro della rete, ha scelto di premiare le prime. Poco male, di fatto Muggiò  non è riuscita a chiudere anzitempo il discorso promozione, ma è in corsa. Quel che più conta, ha dimostrato di esserci, eccome. Forse un po’ agitata, di certo “emozionata” almeno in questa circostanza.  Ma presente.

La gara parte come tutti i verovolleisti si augurano. Muggiò spinge in battuta, contrasta efficacemente a muro e in un attimo è 4-0. Poi i padroni di casa si destano, o meglio si scrollano di dosso quella quinta lata di emozione e inizia a contrapporsi efficacemente al gioco di Fusi e compagne. Da qui una fase di pareggio e tanta emozione. Da una parte Moriggi ispira il gioco con parecchie fast, agevolata dalla buona ricezione. Quando non supportata, in posto 4 trova valide alternative in Mantegazza e Ferrero, che colpiscono spesso in parallela portando a casa parecchi punti. Dall’altra parte della rete Fusi cerca allo stesso modo Villa e Della Torre, con meno palle a disposizione giocabili e un po’ più di fatica a innescare le bocche da fuoco Gatti, Bosisio e Rappo. Il set finisce 25-22 per Cormano che ha il pregio di rendere meglio giocabili le difese.

Il secondo parziale sembra la fotocopia del primo, al contrario. E lo diventa a tutti gli effetti quando Muggiò oppone a una partenza “sprint” una consistenza diversa. Gatti diventa infermabile, i primi tempi sfondano sempre il muro avversario, e il gioco scorre via liscio. Cormano è attaccato con i denti al punteggio, si vede anche Gazzola finalmente cercata da Moriggi, ma non basta. Mantegazza commette qualche errore di troppo in attacco e in generale le padrone di casa sbagliano nel farsi innervosire da una decisione arbitrale dubbia a metà set. Merati, meno istrionico e più concreto del solito, capisce che è il momento di affondare e con precise indicazioni tattiche in battuta mette in difficoltà la costruzione del gioco. Bosisio sale in cattedra alternando attacchi “da bomber” a intelligenti piazzate e il set sorride alle biancorosse (21-25.)

Il terzo parziale è davvero una girandola di emozioni. Cormano allunga prontamente (8-3), Muggiò rimane attaccato e pareggia (11-11) poi con grande equilibrio e azioni lunghissime le due squadre vanno a braccetto fino al 20. La coppia arbitrale, invero molto fiscale sul palleggio, “condiziona” un po’ le due alzatrici, senza dubbio eccellenti entrambe, che si vedono fischiare qualche “doppia” dubbia. Utilizzando accortezza, si rifugiano spesso nell’alzata in bagher (soprattutto su fase di rigiocata) rendendo il gioco più prevedibile e favorendo le difese. Proprio un palleggio di Fusi giudicato irregolare rompe gli equilibri (21-20 per Cormano) e permette alle ragazzi di Brambilla di mettere un piede in B2 (24-21). Il turno in battuta di Gatti riapre per qualche minuto il discorso, ma la fatidica palla “equilibrista” si fa arbitro dei destini e di una promozione meritata dando il via ai festeggiamenti. 

C’è ancora un set da giocare, ma è pura accademia. Inizialmente Merati mantiene in campo il sestetto titolare ma la delusione è troppo grossa. Dall’altra parte della rete Brambilla lascia riposo a Mantegazza, Moriggi, Gazzola e Alberti ma anche le altre atlete sono motivate e per nulla distratte dai festeggiamenti. Sul 7-3 anche Muggiò da spazio a Piccoli (per altra bravissima negli ingressi in battuta), Baccarini, Maiolino e Lissoni, ma il set finisce comunque nelle mani di Cormano (25-22) decretando il 3-1 finale.

Cormano in B2, Muggiò ai play-off. Così ha deciso quella palla, probabilmente seguendo la giustizia sportiva, quella che si basa sui valori espressi in campo, sul merito, sulle capacità. Onore ai vincitori e anche ai vinti, attesi ora da una strada ancora lunga e possibile di ulteriori soddisfazioni.{xtypo_rounded2}   

Campionato FIPAV Serie C Femminile – Girone A – 26a Giornata 

DARTON BMV CORMANO -. PALLAVOLO RONDO’ MUGGIO’
3 – 1 (25-22 21-25 25-23 25-22)

 Pallavolo Rondò Muggiò:
Gatti (K) 12, Bosisio 11, Rappo 6, Villa 11, Della Torre 8, Fusi 2, Piccoli 5, Maiolino 4, Lissoni, Ligato, Baccarini 2, Garella (L)
1° Allenatore: Merati Christian
2° Allenatore: Fumian Stefania
{/xtypo_rounded2}

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi