11 Maggio 2021 Segnala una notizia

Una mostra su Pinelli, l’artista che ha ri-pensato la pittura

8 Maggio 2009

pittura_r_1986Si può pensare l’arte? La mostra antologica dedicata a Pino Pinelli, uno dei protagonisti del movimento artistico chiamato pittura analitica, dimostra che sì: è possibile. Una mostra aperta dal 9 maggio al 14 giugno alla Galleria Ezio Mariani in via Cavour a Seregno ripercorre l’itinerario artistico dal 1970 a oggi di questo pittore di respiro europeo.

Catanese di nascita milanese d’adozione, 71 anni, Pinelli ha inaugurato la sua prima mostra a Milano nel 1964. Negli anni settanta fonda, con Giorgio Griffa, Marco Gastini, Caludio Verna e Claudio Olivieri, il movimento della pittura analitica o nuova pittura. La pittura analitica, teorizzata dallo storico dell’arte moderna Filiberto Menna, si concentra sugli elementi sostanziali della pittura ed è, con l’Arte Povera e la Transavanguardia, la tendenza italiana che si è affermata in maniera più duratura in Europa e in America.

La ricerca artistica di Pino Pinelli, uno degli analitici più originali e rigorosi nello sviluppo della sua opera, senza ripensamenti o soluzioni di continuità, ha consentito alla pittura di abbandonare la superficie del quadro andandosi a disseminare in frammenti sulla parete. Così facendo dà forma al colore rendendolo concreto e la tela acquista corpo e massa.

“Caratteristica fondamentale di queste opere – spiega il curatore Luca Tommasi – è la loro disseminazione sulla parete, che segue una linea ideale, e la loro monocromaticità. E’ la rottura dell’unità del quadro e la sua frammentazione sulla parete.” Cominciano a svilupparsi sia il “dialogo” tra opera e muro il quale da elemento passivo diviene opera esso stesso “entrando dentro il frammento” sia l’idea di disseminazione.

Pino Pinelli ha partecipato a numerose mostre collettive e realizzato moltissime personali, nazionali ed internazionali, dalla Biennale di Venezia, nel 1968 e nel 1997, alla Quadriennale di Roma, dalle gallerie francesi a quelle tedesche. Proprio in Germania, al “Neubau der Kreissparkasse Muesum” di Rottweil, nel 2003 il suo lavoro è proposto accanto ad opere di Lucio Fontana e Piero Manzoni nella mostra “3 X monochrom”.

La mostra sarà inaugurata sabato 9 maggio alle ore 17. Fino a domenica 14 giugno potrà essere visitata nei seguenti orari: feriali dalle 16.30 alle 19.00, festivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00. Il catalogo, in vendita a 10 euro, è edito da Silvana Editoriale.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi