24 Novembre 2020 Segnala una notizia

L’atleta più temuto al Palio degli Zoccoli? Un disabile!

29 Maggio 2009

Il grande favorito del Palio degli Zoccoli, la manifestazione che rievoca la battaglia tra i Visconti e i Torriani che fu combattuta il 21 gennaio 1277 a Desio? Un disabile. Sì, proprio così. E lui che temono più di ogni altro i 22 atleti in costume medievale che si contenderanno la vittoria.

Trentadue anni, laureato in odontoiatria, alcuni anni fa Marco Frattini a causa di una grave malattia ha dovuto subire un delicato intervento chirurgico al cervello. Guarito perfettamente, ha però perso l’uso dell’udito. Da allora, ha intrapreso la carriera di maratoneta. E ha avuto un grande successo: primo assoluto al campionato italiano di Cross Fssi disputato il 21 marzo 2009 a Torino, si è classificato terzo assoluto al campionato del mondo di maratona riservato ai laureati in medicina e odontoiatria e il 12 ottobre dell’anno scorso ha corso i 42 chilometri della Maratona d’Italia con il rispettabile tempo di 2.48.37.40.

marco-frattiniProprio il curriculum sportivo del singolare atleta della Contrada Foppa ha suscitato l’invidia delle fazioni rivali e ha impensierito gli altri atleti. Ma alla vittoria Marco non si dice particolarmente interessato. «Ho deciso di partecipare al Palio degli Zoccoli – spiega – perché mi ha colpito il grande calore umano con il quale sono stato accolto nella squadra e lo spirito di sano agonismo tra gli atleti. E poi mi hanno affascinato l’atmosfera di questa manifestazione e il grande valore culturale di questa rievocazione storica».

Non per questo, Marco ha preso la gara sottogamba. Anzi. «Ha iniziato ad allenarsi un mese fa – racconta uno degli organizzatori – e da allora ha già provato il percorso decine di volte, calzando ai piedi gli zoccoli di legno e controllando con meticolosità ogni aspetto della corsa. La presenza di Marco Frattini – aggiunge – al di là del suo piazzamento ha già reso unica e indimenticabile questa edizione del Palio degli Zoccoli».

Era il 21 gennaio 1277 e attorno alle mura di Desio i fanti e gli arcieri dell’arcivescovo di Milano, Ottone Visconti, si scontrarono con le truppe di Napo Torriani: una lotta decisiva per la supremazia sul Ducato di Milano. La «tenzone» con gli zoccoli ai piedi affonda le sue radici nella lotta fra comuni e signorie: nel XIII secolo i nobili milanesi con un proclama proibirono ai «villici» dei contadi di indossare gli zoccoli durante le battute di caccia, poiché lo scalpitio metteva in fuga la selvaggina. Per tutta risposta, i contadini tennero gli zoccoli ai piedi.

La gara, che sarà disputatata domenica 31 maggio alle 20.30, sarà preceduta da un grandioso corteo storico con seicento comparse fra paggi, dame e cavalieri che sfileranno da Villa Tittoni Traversi per le vie del centro storico fino in piazza Conciliazione, indossando sontuosi costumi trecenteschi fra stendardi, labari e gonfaloni. Non mancheranno soldati in armatura, con lance e alabarde, contadini con carri, vanghe, rastrelli e i loro animali e prigionieri in catene. Ci sarà Napo Torriani, sconfitto e rinchiuso in una gabbia. A chiudere il corteo sarà il vincitore, Ottone Visconti, che «espugnerà» Desio in sella al suo destriero.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi