22 Aprile 2021 Segnala una notizia

Basket: l’Aurora resta in A2

6 Maggio 2009

thumb_geninazziI play-out, che si sono svolti a Porto Torres il 2-3 maggio, hanno confermato la superiorità di Porto Torres e Giulianova, fanalini di coda della massima serie ma pur sempre in grado di dire la loro contro Cantù e Bergamo, e di meritarsi la riconferma del loro posto coi big del basket in carrozzina.

L’Aurora con due sconfitte e una vittoria sui cugini bergamaschi si è piazzata al terzo posto della classifica, prima degli esclusi per il posto in A1. Ora soltanto il ritiro di uno dei club della serie A – così come si vocifera insistentemente in terra sarda – potrebbe aprire inaspettatamente le porte verso la promozione. Per i bianco blu, regina dei giochi è stata Loraine Gonzales, con una media di 27 punti a partita e tanta grinta in campo.

gonzalesLa formazione brianzola si è fatta malamente sconfiggere da Giulianova nel primo match dei play-out, dimostrando di non aver rimosso il ricordo dello stesso black-out d’esordio verificatosi una settimana prima in Belgio. Un approccio sbagliato alla gara da parte dei canturini, assenti al tiro e poco incisivi in difesa, ha permesso agli abruzzesi di avere vita anche fin troppo facile e di aggiudicarsi la partita per 74-49.

Dopo questo avvio negativo, il quintetto di coach Marco Bergna si è parzialmente ritrovato contro Porto Torres: sfidando i padroni di casa, il quintetto capitanato da Iacopo Geninazzi è tornato a esprimere il proprio gioco e, pur sempre all’inseguimento, ha retto bene due terzi della partita arrivando anche a -4 all’inizio del quarto periodo (54-50), salvo poi cedere alla superiorità di Ali Ahmadi e compagni per 65-81.

Ormai matematicamente esclusa dal passaggio di classe, l’Aurora si è tolta una soddisfazione nell’ultimo incontro contro gli eterni rivali di Bergamo. Con un Francesco Roncari in forma smagliante (6/7 da 2 e una tripla che è valsa la partita a 3′ dalla fine), il roster di Cantù ha dominato per tutti i 40′ e si è imposto su Pedretti padre e figlio per 74-65.

“La differenza con i club di serie A si è vista – ha commentato Alfredo Marson, presidente di Briantea84 – quindi non possiamo rimproverarci molto. Un altro anno in A2 ci servirà per mettere a punto la squadra e per far crescere i nostri giocatori più giovani. Io sono convinto che la strada da seguire sia questa: sarebbe troppo facile costruire un quintetto di stranieri e vincere il campionato, io voglio invece che dare la precedenza al nostro vivaio, impiegandoci tutto il tempo che occorre”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi