21 Aprile 2021 Segnala una notizia

La mobilità in Brianza? Un problema da “stati generali”

18 Maggio 2009

La mobilità in Brianza? Un problema da “stati generali”. Un problema, anzi il problema numero uno, al quale dovrà dare una risposta “senza se e senza ma” la nuova Provincia che nasce. In perfetto spirito brianzolo, la Camera di Commercio MB e il suo Presidente, Carlo Edoardo Valli si sono mossi in anticipo. Convocando con un mese di anticipo tutti gli attori che saranno presto i protagonisti della rivoluzione della viabilità in Brianza: Provincia, Regione e Governo.

“Brianza on the move” è proprio questo: il tentativo di mettere sul tavolo in due giorni un piano strategico per vincere la battaglia della viabilità in Brianza. In piazza Cambiaghi, nel cuore della Provincia MB, sono arrivati tutti: il padrone di casa, Carlo Edoardo Valli a rappresentare anche Confindustria MB e il mondo delle imprese; il viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli; il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi; l’assessore regionale Massimo Zanello; l’Ad di Atm Elio Catania; l’assessore alla Provincia MB Gigi Ponti; il vicesindaco di Monza Dario Allevi e il suo sindaco, Marco Mariani; il presidente della Camera di Commercio di Milano Carlo Sangalli, l’assessore ai Trasporti e Infrastrutture Massimo Ponzoni, il presidente di Pedemontana Fabio Terragni e tanti altri.

valli_e_castelliUn parterre d’eccezione per una prova generale di quella che sarà la concretezza e la capacità di incidere sul territorio della nuova Provincia di Monza e Brianza. Un problema vitale per la Brianza, quello della mobilità. Sul tappeto non c’è solo la noia e il disagio di restare in coda quando si usa l’auto. “Una mobilità che non funziona – ha sottolineato con parole accorate Giancarlo Panizza, Presidente dei Centri commerciali il Gigante – rallenta il progresso, soffoca l’economia, aumenta i prezzi dei prodotti tagliando il tenore di vita e il benessere ‘vivo’ di tutti noi”.
Un problema evidente a partire dalle cifre. A Milano il 45% di chi si muove usa i mezzi pubblici. Nell’hinterland milanese usa tram treno e autobus solo il 9% e in Brianza appena il 16%. Ecco spiegato perché la nostra provincia ogni mattina è a un passo dalla paralisi.

“E’ necessario – ha detto Marco Mariani – puntare sulla viabilità alternativa e in particolare sul prolungamento della metropolitana. Noi chiederemo con forza che il Metrò non si fermi solo a Bettola, ma arrivi fino al Rondò dei Pini: il cuore nevralgico di Monza, dove ci sarà la sede della Provincia MB, l’Ospedale San Gerardo e Villa Reale”.

“In Brianza – ha aggiunto Valli – ci sono 83mila imprese: una ogni nove abitanti. E’ importante che Regione, Provincia e Governo centrale inizino a investire per rilanciare quello che è il cuore economico della Lombardia. Nessun piano serio di rilancio può prescindere dalla mobilità”.

Incisivo anche l’intervento del Ministro Castelli: “Il Governo – ha detto in modo forte e chiaro – non tollererà ritardi nelle infrastrutture. Non ci saranno ritardi nell’erogazione dei finanziamenti e tutti i fondi saranno stanziati”. Castelli ha poi tracciato un crono programma sui tempi di realizzazione di Pedemontana, Brebemi e Tem.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi