18 Aprile 2021 Segnala una notizia

Infortuni sul lavoro: il San Gerardo eccellenza per la microchirurgia

22 Maggio 2009

manoUn numero minore rispetto alla media nazionale, ma gli infortuni sul lavoro restano comunque molti  anche nell’area della Provincia di Monza e Brianza che ha registrato un calo di sinistri: dai 4.104 del 2003 ai 3.762 del 2006. Lo sottolinea Massimo Dal Bene, responsabile del reparto di Chirurgia plastica della mano e microchirurgia ricostruttiva dell’ospedale San Gerardo, che ha deciso di prmuovere un convegno “trasversale” sul tema degli infortuni sul lavoro. Una due giorni dal titolo  “Hand Meeting Emergency”, che si svolgerà il 29 e il 30 maggio nella sede di Confindustria, via Petrarca a Monza. Un caso unico in Italia perché per la prima volta siederanno al medesimo tavolo medici, industriali, operatori di Asl.

“Per affrontare la questione è necessario parlare di prevenzione prima ancora che di interventi ricostruttivi – spiega il primario – perché una più ampia informazione e prevenzione significa anche un minor costo per la sanità pubblica che potrebbe così evitare i casi di invalidità sul lavoro. I casi più numerosi restano quelli delle aziende famigliari che spesso non hanno la possibilità di fare investimenti sulla sicurezza. Oppure la schiera di chi si dà al bricolage durante il week end acquistando macchine o strumenti di tipo professionale senza l’adeguata preparazione per il loro utilizzo. E così ci lasciano il dito, la mano, il braccio. Tra i settori più colpiti ci sono ancora i lavoratori del legno, gomma, plastica e metalli. Da segnalare anche un numero elevato di emigrati occupati nelle aziende che hanno poca dimestichezza con le nuove tecnologie applicate alle macchine. Alla base degli infortuni c’è spesso la ripetitività del gesto e la poca confidenza con la macchina. Infine ci sono anche i cosiddetti infortuni stagionali. Per esempio con l’arrivo dell’estate è la volta degli appassionati del giardinaggio che si feriscono con il tagliaerba”.

La specialità della Chirurgia della mano al San Serardo, dopo qualche tempo di flessione per una riorganizzazione interna, sta recuperando la propria centralità tra le eccellenze del nosocomio cittadino, come ha sottolineato il direttore Giuseppe Spata. Lo dimostrano i numeri:  2.200 gli interventi effettuati l’anno scorso, 3.000 quelli che verranno eseguiti entro il 2009 con l’obiettivo entro i prossimi cinque anni di raggiungere quota 5.000.

Grazie all’esperienza del reparto la Regione ha coinvolto il San Gerardo nella riorganizzazione territoriale dei centri specializzati in Lombardia. Secondo il programma già avviato il San Gerardo sarà alla guida di un hub per i traumi complessi e i politraumi degli arti superiori a cui aderiranno  Niguarda e Multimedica. 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi