08 Maggio 2021 Segnala una notizia

“Infiltrazioni mafiose”, un film e un dibattito a Seregno

5 Maggio 2009

mafia“Rompere il silenzio sulle Mafie in Brianza – serata per promuovere la legalità” è il titolo dell’incontro promosso dal Pd di Seregno per mercoledì 6 maggio alle ore 21 presso il Cinema Roma di via Umberto I 14 a Seregno.

La serata prevede la proiezione del documentario “Centonove”, che descrive le attività criminali al nord Italia, girato dal nostro concittadino Marco Tagliabue per la Radiotelevisione della Svizzera Italiana. Oltre al regista interverranno: Alberto Nobili, procuratore aggiunto della Repubblica,Milano; Ilaria Ramona, rappresentante dell’ufficio legale dell’associazione Libera, Sergio Cannavò, responsabile del Centro Azione Giuridica di Legambiente, e il giornalista e scrittore Mario Portanova.

“E’ un incontro che va al di fuori del normale contesto partitico a cui siamo stati abituati negli ultimi tempi – spiega Stefano Silva, portavoce del Pd seregnese – Per una sera i colori politici centrano poco: non ascolteremo quindi programmi o progetti per la campagna elettorale e neanche critiche o proposte che riguardano la vita amministrativa. E’ un incontro che si inserisce nel significato vero della politica e della sua attuazione: un incontro sulla “polis” e su ciò che succede sul suo territorio e che, direttamente, coinvolge quindi anche i suoi cittadini. L’unica protagonista è quindi la legalità. L’Italia è un paese che purtroppo si trova spesso a scontrarsi contro le mafie e la criminalità organizzata che sviliscono questo nobile concetto con il solo obiettivo di arricchirsi e avere potere.
L’unico obiettivo è dunque quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema: è importante ricollocare l’attenzione sul fenomeno sollecitando il senso critico dei cittadini e informandoli del rischio concreto che il nostro territorio potrebbe correre nel sottovalutare il fenomeno mafioso”.

Una scelta dettata dalle ultime vicende che hanno coinvolto il territorio?

“La scelta di promuovere questo incontro a Seregno – prosegue Stefano Silva – scaturisce dal fatto che negli ultimi mesi proprio il nostro comune è stato più volte associato, sia sui giornali nazionali sia in alcuni servizi televisivi, alle realtà criminali legate alla ‘ndrangheta a causa di alcuni traffici illeciti e di recenti indagini che hanno portato a sequestri e arresti importanti. Fatti che hanno riportato l’attenzione su un problema che non è solamente del sud e delle aree dove il fenomeno ha origine ma che coinvolge l’Italia e il Mondo intero. E’ quindi un dato di fatto importante: anche la Brianza è un luogo dove le mafie riescono a tessere le reti dei loro affari rovinando e sfruttando il territorio. E non vogliamo che questo accada. Sicuramente in una sera non si può conoscere a fondo il fenomeno: è però sufficiente per capire i pericoli che il silenzio e l’indifferenza possono creare. Come cittadini dobbiamo farci portatori della cultura della legalità ed esserne i principali promotori”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi