23 Aprile 2021 Segnala una notizia

Il mondo poetico di Gustav Mahler al cinema Movie Studio

7 Maggio 2009

gustav_mahlerIl mondo poetico di Gustav Mahler parla dritto al cuore dell’uomo e affronta le sue domande più profonde. Domenica 10 maggio alle 17.30 al Cinema Movie Studio di Seregno ci sarà la possibilità di scoprire la musica di Gustav Mahler in modo ideale, su schermo gigante e con impianto stereo digitale ad alta fedeltà.

Sarà videoproiettata la Seconda Sinfonia “Resurrezione” di Mahler: quella che affronta il tema della fede in Dio. E lo fa dal punto di vista del viandante che non smette mai di continuare a cercare. L’esecuzione scelta è quella intensa ed emozionante di Claudio Abbado al Festival di Lucerna: il grande tempio della musica voluto da Abbado sul lago dei quattro cantoni svizzeri. Abbado ha approfondito in modo unico questa partitura dirigendola nel corso di tutta la sua carriera e incidendola nel 1965, 1976, 1985, 1992, 2003. Quest’ultima che proponiamo è dunque la summa di quarant’anni di meditazione su questo capolavoro. L’iniziativa è proposta dall’Associazione culturale Figli di Nerone.

Nella sua vita Mahler fu uno dei più grandi direttori d’orchestra dell’epoca. La sua importanza in Germania fu paragonabile a quella di Arturo Toscanini (di cui era collega) in Italia. Ma dopo la sua morte ci si accorse che l’opera che aveva lasciato come compositore era colossale: rivelatrice e con una forte carica profetica per la sua epoca, ma anche per l’uomo di ogni tempo e per ognuno di noi. 

claudio_abbadoLa Seconda Sinfonia di Mahler “Resurrection” è un atto di fiducia nell’affidamento a Dio e nella salvezza cristiana. L’approdo a Dio non è però quello – senza dubbi e incertezze – dell’uomo medievale, ma è invece quello – accidentato come una lunga e faticosa ascensione in montagna – dell’uomo moderno (Mahler, nato ebreo, poi divenuto ateo, solo verso la fine della sua vita scoprì la fede e si convertì al Cattolicesimo). Nel brano si descrive  come può essere difficile e faticoso – per l’uomo di oggi – l’approdo a Dio. Mahler dunque parla di noi e parla a noi. 

L’opera si articola in cinque parti, l’ultima delle quali, il Corale “Risorgerai, sì risorgerai, mia polvere dopo breve riposo” non ha nulla di trionfalistico e di celebrativo come spesso accade nella musica religiosa tradizionale, o anche nella Nona Sinfonia di Beethoven, dove nell’Inno alla gioia si esprime tutta la fiducia che l’uomo ripone nella ragione e negli ideali civili di fratellanza universale.

Al contrario, il Corale della Seconda di Mahler è animato da un grande stupore. Come se lo spirito intriso di scetticismo dell’uomo moderno – neppure di fronte al volto di Dio – riesca a perdere del tutto la sua incredulità ed esclami: “Ma possibile che allora è proprio vero”?

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi