13 Aprile 2021 Segnala una notizia

Ecomostro, Ascrizzi:” senza azioni decise non va giù”

8 Maggio 2009

relatoriecomostromonza36“Finché non faremo delle azioni forti non ci ascolteranno e l’Ecomostro di viale Cesare Battisti non sarà fermato” ha sbottato Vincenzo Ascrizzi, candidato alla presidenza della provincia di Monza e Brianza (per il PRC, Verdi, Socialismo 2000 e Consumatori Uniti) martedì alla serata pubblica organizzata dalle associazioni ambientaliste monzesi proprio sul prossimo centro polifunzionale che tappa il Canocchiale di Villa Reale.

Il complesso edilizio che deve essere ultimato alla fine del Rondò dei Pini prevede un centro polifunzionale di sette piani, in pratica un centro simile al centro Colleoni di Agrate e in più nel sotterraneo un centro commerciale (già funzionante), che a detta della associazioni ambientaliste Legambiente, Fai e Italianostra, ma non solo, arrecherebbe un grave danno paesaggistico al noto “Canocchiale” della Villa Reale.

Un questione che anche la Giunta Mariani conosce e sta cercando di mitigare pensando a soluzioni che abbiano un minor impatto: da indiscrezioni si sa che gli ultimi due piani dell’edificio, quello che tra l’altro hanno determinato il nascere della polemica, potrebbero essere per lo più in vetro, quindi trasparenti.

pubblicolegambiente1Ma Legambiente, Fai, Italianostra e il circolo Alexandre Langher non ci stanno. La preoccupazione tra le associazioni è altissima: interrompere l’antico cannocchiale del Pier Marini sarebbe come costruire un albergo in riva al mare: un vero e proprio ecomostro. E l’altra sera, martedì 5 maggio, presso la gremita sala convegni della Villa Reale il presidente di Legambiente Monza, Giorgio Majoli ha dimostrato in breve relazione come già dall’estate del 2008 attraverso lettere bollate e timbrate avevano sollevato la questione. “E la questione è che Monza potrebbe perdere a causa di questo “Ecomostro” uno delle bellezze architettoniche più importanti, ovvero lo scorcio visivo che dalla Villa Reale porta lungo la direttrice di viale Cesare Battisti fino (idealmente) a Milano – ha precisato Laura Sabrina Pallissetti, storica del paesaggio – La villa, i giardini e il Cannocchiale devo essere considerati per come sono stati pensati, ovvero un unicum da conservare”. Alla serata erano stati invitati anche il sindaco di Monza, Marco Mariani e l’assessore regionale alla Cultura Massimo Zanello, che però erano impegnati sulò altri fronti.

“L’area dove è sarà costruito il centro polifunzionale non è soggetta a tutela ambientale – ha ammesso Maurizio Oliva, presidente della sezione locale di Italia Nostra – Ma qui la questione è forse più di buon senso che a livello di giurisprudenza. in Parlamento c’è una proposta di legge che mira a tappare la bocca alle associazioni ambientaliste, per impedire loro di fare ricorso contro tali scempi”.

Al termine della riunione non sono emerse soluzioni imminenti, ma il tutto è stato rimandato ad un prossimo tavolo di lavoro. Forte l’intervento di Vincenzo Ascrizzi che sul termine ha contestato i modi con cui sta portando avanti questa battaglia: “Siamo fin troppo educati di fronte ad una maggioranza che ai tempi non ci mise molto ad approvare un progetto che per la giunta Faglia era ancora in fase di approfonditi studi e valutazioni vista la delicatezza del problema. Se vogliamo che quei due ultimi piani non vengano costruiti dobbiamo pensare ad un’azione eclatante e compatta, un’opposizione sociale, riportare la gente in piazza, altrimenti faranno sempre quello che vorranno”.

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi