08 Maggio 2021 Segnala una notizia

Cartoline per salvaguardare i Carigg

10 Maggio 2009

2009-carigg-cartoline-3Cinque associazioni mobilitate in difesa dei Carigg. Sono Brianze (www.brianze.it); Amici della Valletta (www.lavalletta.org);  Comitato Bevere (www.comitatobevere.org); Domà Nunch (www.eldraghbloeu.com); Gruppo Valle della Nava (valledellanava.wordpress.com), Amici della Natura di Triuggio. “L’area dei Carigg è una grande area verde che si estende per circa 5 kmq tra i comuni di Briosco, Renate e Veduggio, coinvolgendo anche il territorio di Besana in Brianza nei pressi della Cascina Naresso – spiega Paolo Pirola presidente di Brianze – Una volta questa area, migliaia di anni fa, assomigliava a Pusiano o Oggiono, c’era un lago. Poi la zona si è trasformata ma, nonostante la concentrazione edificatoria della nostra zona, i Carigg sono rimasti un’oasi naturale, una sorta di anello che congiunge il Parco Valle del Lambro e il Parco Agricolo della Valletta. Per questo ci opponiamo a qualcunque tentativo di speculazione che cancelli questo lembo di Brianza rimasto miracolosamente intatto e dove gli uccelli sono tornati a ripopolare gli alberi. Non servono soldi pubblici da spendere, né enti inutili da inventare: basta la volontà di conservare quello che Dio ci ha dato in affido. Anche perché in questi anni molti volontari hanno reso fruibile questa area pulendo e ricreando dei sentieri, rifacendo i ponticelli sul Fossarone e sulla Bevera”.2009-carigg-cartoline-2

Da qui l’idea di lanciare una campagna per far conoscere i Carigg, che il Cherubini, nel suo Vocabolario milanese-italiano del 1843, definiva così, Carècc: ” Voce dell’Alto Milanese. Giuncaja. Giuncheto. Luogo pieno di giunchi o carici o caretti che si dicano; il Carectum dei Latini. Fra Renate e Bruscò in Brianza è un Carècc  vastissimo”.

“Sia chiaro – precisa Paolo Pirola – non è che in questo momento la zona sia seriamente minacciata. E’ solo che vorremmo tanto rimanesse in queste condizioni naturali e omogenee. Purtroppo, essendo vicina a grandi aree industriali temiamo che prima o poi possa far gola a qualche amministrazione. Per questo abbiamo deciso di distribuire in Brianza, attraverso il passaparola, delle cartoline che riproducono la zona. Per farla conoscere e rendere più consapevoli i Brianzoli di non disperdere il patrimonio naturale che ci resta e che potrebbe assumere una grande valenza se davvero riusciremo a trasformarci in zona turistica, soprattutto in vista dell’Expo”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi