07 Maggio 2021 Segnala una notizia

Basket, Monza vince l’ultima partita e si salva

11 Maggio 2009

pallacanestro-palloneLa festa al PalaIPQ esplode improvvisamente a pochissimi centesimi dal suono dell’ultima sirena della stagione 2008/09. Quando cioè la tripla della disperazione del varesino Spertini dà prima l’impressione di infilarsi beffardamente nella retina e poi schizza invece fuori dall’anello consegnando la vittoria in Gara3 alla Forti e Liberi Monza e liberando la gioia di un pubblico numeroso e fantastico come non mai, capace di sostenere incessantemente la squadra per quaranta minuti. 

La Forti è salva in tre partite secche e con una prova di grinta e carattere che solo i monzesi sono in grado di tirare fuori dal loro cuore a strisce bianconere si garantisce una permanenza in B Dilettanti forse sofferta più del dovuto, ma assolutamente meritata. 

Ma a conferma dell’equilibrio della stagione appena conclusa anche l’ultima fatica dei ragazzi si dimostra più ardua del dovuto grazie a un avversario deciso a venire a Monza per giocarsi fino in fondo le proprie carte. Lo sa benissimo Coach De Martino che prima del match mantiene alta la concentrazione di suoi. 

Dopo pochi secondi di gioco già si levano al cielo tra il boato generale le tre dita del Fanta, segno inequivocabile di una delle sue memorabili triple. Neanche il tempo si tornare a sedersi che anche Molteni piazza la bomba, subito seguito da Munini a consolidare un 8 a 0 che fa brillare gli occhi a un PalaIPQ caricato a molla. Varese ondeggia ma resta a galla. Coach Zambelli chiama subito time out e alla ripresa del gioco la musica cambia.

Gandolfi e Rovera accorciano un divario che si assottiglia fino alla parità ed è Corti che con due canestri da sotto consente ai biancoblu di andare addirittura avanti di due, 19 a 21. Il match è tirato la Forti spreca molto ai liberi e Varese ne approfitta per cercare di scappare. Serve allora la solita grinta di un grandissimo Mauro Plumari per ricucire lo strappo e rimettere il naso avanti 27 a 26 dopo quattro minuti di gioco. 

Un’illusione che dura poco, si chiude a 35 a 39. Alla ripresa del gioco lo shock. Al PalaIPQ si scatenano i venti contrari alla Forti. Il divario sale pericolosamente a dieci lunghezze. 37 a 47 dopo soli due minuti. A metà del terzo quarto il tabellone dice 38 a 57. Diciannove punti di scarto che lasciano increduli i presenti: il punto più basso dei Playout dal quale la Forti e Liberi risorge con cuore orgoglio e con la stessa forza d’animo e le stesse motivazioni che le hanno permesso durante la stagione regolare di risorgere dal post Gorizia. 

Quando Malerba infila la tripla dall’angolo il vantaggio è ancora abissale ma in tanti cominciano a crederci e a prendere fiducia, tanto che in tribuna spunta persino uno striscione dedicato al giocatore monzese. L’ennesima tripla di Padova sembra vanificare gli sforzi ma la Forti c’è e con Fantaccini e Tosetti inizia una lenta e paziente manovra di avvicinamento. Finalmente non si sbaglia più nulla e quando manca solo un minuto all’ultimo riposo il margine si è già ridotto a 12 punti (52 a 66). 

Tanti, troppi forse, ma non per questa Forti, non per sta sera, non davanti al grande pubblico del PalaIPQ. Malerba, ancora lui, traccia la via subito imitato da Mauro Plumari che per la prima volta riporta il margine sotto le dieci lunghezze. Ora Varese accusa la paura e si inceppa. 

La Forti corre e pressa, difende alla grande e con un’altra tripla di Steve torna a -7 a cinque minuti esatti dalla fine nonostante non possa più contare sulla regia di Tosetti, fuori per cinque falli. Ma ora tutto è possibile. Plumari dalla lunetta accorcia, ancora Malerba da fuori fa centro per il -3. L’arrembaggio è pronto. Premoli è l’ultimo a cedere ma Capitan Fantaccini (15 su 18 dalla lunetta) non si smentisce e Bravin, che con l’uscita anticipata di Manuel riceve le chiavi della regia, si carica sulle spalle la responsabilità firmando i due punti del pareggio e dell’apoteosi a 45″ dalla sirena. Il campionato 2008/09 della Forti si decide dalla lunetta. 1 su 2 per il Fanta così come per Corti. 1 su 2 anche per Bravin ma il suo piccolo punto vale una stagione intera perché la tripla da quasi metà campo di Spertini a 2″ dalla fine entra, anzi no, esce. E al PalaIPQ esplode la festa. Abbracci, pacche sulla schiena, occhi lucidi, maglie ai tifosi, gavettoni al Coach. Non è la promozione, ma è come se lo fosse.{xtypo_rounded2} I COMMENTI

Coach De Martino: “Credo che la partita di questa sera sia la fotografia di un gruppo che si è ritrovato dopo nove giornate a stare in fondo alla classifica con una vittoria e otto sconfitte, ma anche con tante persone dall’esterno che parlavano e che giudicavano con parole nel vento sulla bontà dei singoli e dell’allenatore. Lo stesso gruppo che nel girone di ritorno è risalito a suon di vittorie da un baratro che poteva schiacciarlo e che questa sera ha saputo risalire quando si è ritrovato sotto di diciotto punti a metà del terzo quarto, uno svantaggio che poteva pesare come un macigno. Insomma in questa vittoria c’è un po’ il merito di tutti, dal primo all’ultimo dei giocatori e della società. Credo che sia la salvezza di tutti e la fine di un anno difficile. Una cosa molto bella da vivere insieme e io sono molto grato a tutti quelli che hanno lavorato con me e alla Forti e Liberi di avermi dato questa opportunità”.

 Capitan Fantaccini:  “Oggi abbiamo fatto il riassunto di tutta la stagione. Abbiamo fatto vedere determinazione nei primi minuti e poi difficoltà nel cercare di gestire il ritmo. Sotto di diciotto punti poi, ognuno ha cercato di tirare fuori tutto quello che aveva. Questa vittoria è la dimostrazione che ancora una volta il nostro merito è stato quello di non mollare mai nelle difficoltà, a prescindere da chi ci trovassimo di fronte”. Sapevamo che dovevamo dare tutto oggi per chiudere qui l’annata e alla fine eravamo veramente tutti distrutti. Il successo di questa sera vale quasi come una promozione”.

La “Pres” Carmen Fusilli, che più di ogni altro ha sofferto e tifato, sempre rigorosamente in prima linea: “Sono veramente molto contenta e confesso che non ho mai smesso di credere in una vittoria, nemmeno alla fine del terzo quarto con la squadra sotto nel punteggio. Siamo partiti soffrendo all’inizio della stagione regolare e abbiamo dovuto soffrire fino alla fine. Ma l’importante ora è essere qui a festeggiare”. {/xtypo_rounded2} 

Forti e Liberi Monza  – ABC Utensili Varese  78 – 77
(19-21 / 35-39 / 52-66 / 78-77)

 Forti e Liberi Monza: Tosetti 11, Molteni 11, Bortoluzzi 1, Fantaccini 22, Munini 9, Malerba 11, Bravin 6, Plumari 7, Moretti e Cappanera N.e.. All. De Martino

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi