14 Maggio 2021 Segnala una notizia

Venezia? Meglio la stazione di Monza

29 Aprile 2009

stazionemonzaallagataFinalmente ha smesso di piovere. E Monza scopre di avere “ascendenze lagunari”, i pendolari cercano le passerelle ma trovano solo la grande pozza da attraversare nel piazzale della stazione. È vero che in questi giorni le precipitazioni sono state eccezionali, il Lambro ha rischiato di tracimare e la protezione civile e la polizia urbana erano già in allarme, ma davanti alla stazione, dove ogni giorno transitano migliaia di persone, non servono piogge torrenziali per trasformare il pavè in Canal Grande.
Il punto più critico è dirimpetto all’uscita principale della stazione ferroviaria, dove ci sono le strisce pedonali, ma anche andando verso il centro, verso piazzale Mazzini, all’altezza di quel murales, che in modo sognate rimanda ad una Monza turistica che ancora non esiste, si creano enormi acquitrini. Le auto passano e creano spettacolari giochi d’acqua, vere onde, alte fino a qualche metro.

Gabriele B., monzese che da quelle parti ci passa spesso, aveva già segnalato nel novembre 2008 il problema all’ufficio competente, quello dei Lavori pubblici. “Si comunica che presumibilmente entro la fine del corrente anno o nei primi mesi dell’anno prossimo, verrà realizzato un intervento relativo alla sistemazione del tratto fognario di via Arosio”. Questa la risposta dell’ufficio, ma ad oggi aprile 2009 Gabriele B. scrive: “Nonostante la vostra email datata 7/11/2008, piena di impegni a risolvere la critica e paradossale situazioni dell’allagamento della stazione di Monza entro fine 2008, oggi ci ritroviamo in data 27 aprile 2009 e la situazione è perfino peggiorata, l’allagamento è diventato totale, e zone della piazza sono completamente rovinate da piastrelle mancanti”.

Ma non è l’unica segnalazione che ci è giunta in redazione. Purtroppo i lavori di riqualificazione di piazza Castello non prevedevano l’intervento sulla rete fognaria che è chiaramente ostruita. I lavori sono costati 1 milione e 200 euro, terminati solo 2 anni fa, ma a parte interventi di superficie, che hanno migliorato l’arredo urbano e la situazione viabilistica, non ci sono stati interventi in profondità. Per iniziare i lavori sotto la stazione, che permetterebbe alle acque di via Arosio più basse del livello fognario di defluire, bisogna però attendere il permesso di Ferrovie Italiane.

Se la comunicazione che ha ricevuto Gabriele B. è quello che realmente accadrà, tra non molto via Arosio, in attesa dei permessi FS per procedere, non diventerà più Venezia. Nel caso contrario suggeriamo stivaletti per i pendolari o all’Amministrazione di predisporre come nella più bella città lagunare del mondo delle passerelle.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi