25 Novembre 2020 Segnala una notizia

Medaglia d’onore all’ex deportato Dino Romani

28 Gennaio 2009

romani-rino-reduceIl 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa apriva i cancelli di Auschwitz, mostrando al mondo gli orrori di un lager dove erano stati sterminati un milione e mezzo di ebrei, oppositori politici e prigionieri di guerra. Tre mesi più tardi, il 15 aprile del 1945, la quinta armata americana entrava nel campo di Gelsenkirchen, nella regione del Nord Reno-Westfalia, dove erano detenuti circa 8 mila prigionieri italiani tra cui il seregnese Dino Romani.

A distanza 64 anni, in occasione della Giornata della Memoria, istituita nel 2000 per ricordare le vittime dell’Olocausto, Dino Romani, di Seregno, ha ricevuto dalle mani del Prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, e del Sindaco Giacinto Mariani, la Medaglia d’Onore conferita dalla Presidenza della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.

Dino Romani, che oggi ha 84 anni, l’8 settembre 1943 fu prelevato, non ancora maggiorenne, dalla scuola militare della Guardia di Finanza a Predazzo e deportato nel campo di lavoro di Gelsenkirchen, “succursale” del campo di concentramento di Buchenwald. Per quasi due anni fu costretto a lavorare, in condizioni disumane, presso una fabbrica che produceva acciaio per sostenere lo sforzo bellico del Terzo Reich.

“Non stancarsi mai di denunciare il sentimento antisemita tuttora presente in una parte consistente della nostra società – afferma il sindaco Giacinto Mariani -è un imperativo categorico. Fare memoria significa oggi ‘considerare che questo è stato’, secondo le parole di Primo Levi. Significa interrogarsi sulle ragioni storiche e i percorsi politici e culturali che permisero al sentimento antisemita, radicato in ampi settori della società tedesca ed europea, di nutrire l’ideologia nazista e di contribuire ad un lucido e determinato disegno di persecuzione e di sterminio.”

Insieme a Romani la medaglia d’onore è stata consegnata ad altri ottanta ex deportati residenti a Milano e Provincia presso la sala congressi della Provincia di Milano in via Corridoni.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi