01 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Veicoli pubblici nelle città europee solo ecologici

9 Dicembre 2008

Il Parlamento europeo approva un’azione che obbliga gli enti pubblici europei a includere criteri di valutazione ecologica nei loro appalti per l’acquisto di veicoli su strada. Stimolare il mercato dei veicoli puliti e a basso consumo energetico: questo è l’obiettivo dell’azione approvata  dal Parlamento europeo che impone agli enti pubblici, quando vogliono acquistare veicoli su strada, di includere criteri di valutazione ecologica nei loro appalti.

Nell’UE ogni anno si acquistano tramite gare d’appalto 110.000 automobili, altrettanti veicoli leggeri, 35.000 camion e 17.000 autobus. Con questa decisione, la domanda di veicoli puliti sarà sostenuta, e il settore industriale sarà incoraggiato a investire, nonché a sviluppare nuovi mezzi rispettosi di tali caratteristiche.

La direttiva sarà applicata anche a tutti i veicoli comprati per fornire un servizio pubblico, con alcune limitazioni, relative ad esempio ad appalti per veicoli il cui utilizzo avverrà all’ interno di cantieri edili, cave, veicoli destinati alle forze armate, alla protezione civile e così via.

Gli elementi da considerare in base alla nuova direttiva includono il consumo dell’energia, le emissioni di CO2 oltre a sostanze quali ossidi di azoto, gli idrocarburi diversi dal metano e dal articolato. È anche prevista la possibilità di fissare ulteriori criteri ambientali.

Le disposizioni della nuova direttiva rappresentano un’ottima occasione per tutte quelle città che aspirano ad essere identificate come “rispettose dell’ambiente”, attraverso l’impegno per favorire l’acquisto di veicoli puliti e a basso consumo.

Compito di ciascuno Stato dell’UE sarà ora quello di fissare delle specifiche tecniche relative alle prestazioni energetiche ed ambientali nelle documentazioni necessarie per l’ acquisto di veicoli destinati al trasporto su strada.

Da segnalare che su specifica richiesta dei deputati europei la nuova norma non pregiudica la possibilità per i vari enti di accordare una preferenza a combustibili alternativi, quali l’ idrogeno e i biocarburanti. Ma bisogna sempre considerare l’impatto energetico e ambientale sull’ intero arco di vita del veicolo.

La misura rappresenta un segnale importante lanciato dall’Unione europea nella sua lotta sulle sfide climatiche e ambientali, che costituisce da tempo una priorità d’azione assoluta.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi