05 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Le sinistre: ora dobbiamo ripartire

15 Aprile 2008

20080415-elezioni-thumb.jpgI protagonisti si interrogano sulle ragioni della sconfitta.  Nelle ore successive al voto le sinistre, quella moderata e quella estrema, si ritrovano unite nel commentare i motivi della debacle 

Una sconfitta senza nessuna riserva. La sinistra si interroga sui risultati e i possibili errori commessi durante questa campagna elettorale che l’ha scoperta molto spesso divisa. Il boccone da ingoiare è amaro, e forse si spiegano così le poche le presenze monzesi all’Urban center di via Turati dove i risultati sono stati trasmessi in tempo reale. Colpa forse anche del maltempo. Molti rappresentanti hanno preferito assistere allo spoglio direttamente dagli uffici regionali.

Sec0ndo Giuseppe Civati, candidato nelle liste del Pd, «hanno pesato le condizioni di partenza. La campagna elettorale condotta porta a porta ha evitato una tragedia, è una sconfitta netta". Lucida l’analisi di Civati che prosegue "è significativo che Di Pietro e Lega abbiano raddoppiato, questo indica la netta crescita delle forze anti sistema, è su questo che dovremmo riflettere». Per quanto riguarda la Brianza in particolare non ci sono scusanti, come sottolinea lo stesso Civati: «Nelle aree metropolitane teniamo, altrove no».  Per il partito di Veltroni a Monza hanno votato poco più di 24.000 persone, pari al 31,27% (per la Camera); il 35, 83% (per il Senato). Non sono possibili paragoni con quelle che furono le preferenze espresse per l’Ulivo, ma la se si vuole tentare un paragone, i voti sono in leggero aumento per la nuova formazione politica.

Della stessa opinione Enrico Brambilla, ex sindaco di Vimercate e candidato nel Pd: «I motivi della sconfitta vanno ricercati nell’ultima legislatura che ha creato un clima di sfiducia.  Mi viene da pensare che parte dell’elettorato di sinistra abbia affidato il proprio malcontento alla Lega».

Più critica la sinistra Arcobaleno. La formazione posta a sinistra della sinistra  ha fatto registrare solo il 3,11% (al Senato) e il 2,68% (alla Camera). Nelle parole di Vincenzo Ascrizzi si cela l’amarezza per il voto espresso dagli elettori e per una strategia non condivisa delle altre forze di sinistra: «La politica impostata dal Pd ha drenato voti al resto della sinistra ma non è stata in grado di sfondare, se volessimo leggere un unico elemento positivo è che a Monza il nostro partito non si è discostato dal dato nazionale. Ora dobbiamo andare incontro alle esigenze della gente, è da qui che dobbiamo ripartire».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi