18 Settembre 2021 Segnala una notizia

Giulio Giorello. La scienza e il suo lato perverso

8 Marzo 2008

20080111_abitatorilogo.jpg Gran successo di pubblico ad Arcore per l’incontro con l’illustre docente dell’Università degli Studi di Milano. Un viaggio nel fumetto per parlare di scienza, bontà e malvagità

20080307_dottordestino-reedrichards-giorellofumetti.jpgScienza e fumetto. Accostamento insolito per molti, ma non per Giulio Giorello, che venerdì sera ha parlato ad un folto pubblico al Cinema Teatro Nuovo di Arcore per la penultima serata di "Abitatori del Tempo". La connessione tra i due ambiti, secondo Giorello, è tutt’altro che banale, perchè in fondo entrambi coniugano la parola con l’immagine, e in più hanno a che fare con sistemi dinamici, con forme che mutano nel tempo. Non per nulla, d’altronde, molti protagonisti dei comics sono scienziati. Proprio queste figure sono state il fulcro del suo discorso, e ne ha proposto al pubblico alcune molto rappresentative: dalle storie di Topolino e Paperino di Walt Disney ai Fantastici Quattro e al Dottor Destino della Marvel, dalle avventure di Zagor di Bonelli a quelle dei manga giapponesi.

A sinistra, Reed Richards e il Dottor Destino; in basso, Giulio Giorello durante la conferenza 

«Lo scienziato per antonomasia nell’immaginario collettivo è Einstein – ha spiegato Giorello – perchè presenta tutti i caratteri che di solito si attribuiscono ai grandi uomini di scienza: era geniale, bonario, sarcastico, ma anche lunatico; da molti alla sua epoca – ha proseguito – era considerato pure un folle. D’altro canto, la follia fa sempre parte della figura di uno scienziato, perchè vede cose lì dove gli altri non vedono nulla, seminando il germe dell’incertezza». Ma i personaggi dei fumetti rappresentano fedelmente la scienza? Per molti aspetti sì, visto che nel regno delle vignette non mancano buoni e malvagi. Così, se Reed Richards dei Fantastici Quattro e il dottor Zarkov della saga di Flash Gordon sono l’emblema dell’uomo di scienza che vuole usare il sapere e la tecnica per il bene dell’umanità, il dottor Virus creato da Federico Pedrocchi e il Dottor Destino di Stan Lee sono gli archetipi dello scienziato malvagio, che intende usare la tecnica per soggiogare il resto del mondo. «Come molti politici», ha fatto notare Giorello.

20080307_giuliogiorello.jpgNel discorso del filosofo non è mancata una riflessione sul ruolo delle donne nella ricerca scientifica, da sempre relegate ingiustamente in secondo piano. Nella finzione dei fumetti, la donna di scienza trova un piccolo riscatto in Satanik, creata da Max Bunker e Magnus, personaggio molto simile al dottor Jekyll di Stevenson. Scienziata bruttina e isolata, inventa un siero che la rende bellissima, dandole un senso di libertà che la porterà a darsi al crimine in maniera impenitente. «Proprio Satanik dimostra che bene e male sono due elementi che convivono dentro di noi – ha sottolineato Giorello – non esiste una scienza buona e una cattiva, la croce del sapere scientifico è proprio il peso della libertà dell’anima». Per meglio specificare, ha poi evidenziato che lo stesso strumento può essere visto secondo due prospettive etiche opposte: nell’immediato dopoguerra, la Disney scrisse una storia in cui Paperino si costruiva la propria bomba atomica, vista negli Stati Uniti come l’arma della democrazia, quindi un bene. «È chiaro che in Giappone la vedano un po’ diversamente», ha detto Giorello. Secondo lui, semplicemente, non è corretto l’atteggiamento di chi bolla la scienza come folle o mortifera senza possibilità di appello. Potrà anche assicurare il dominio sugli altri, ma anche e soprattutto risolvere dei problemi veri. L’esortazione del filosofo è «a stare attenti alle superèlite che per motivi religiosi, politici o etici vogliano avere il controllo sul sapere scientifico, sfociando nell’autoritarismo. Per decidere del destino della scienza bisogna guardare soltanto alle conseguenze sul benessere delle persone».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi