25 Settembre 2021 Segnala una notizia

Brianzacque: in arrivo le prime bollette

11 Marzo 2008

20080311_carimati.jpgLa società debutta tra i cittadini inviando 72mila bollette ai residenti dei primi 17 Comuni di cui gestisce la distribuzione dell’acqua. In attesa che, entro il 2009, i Comuni diventino 76 

 

Arrivano le prime bollette targate "Brianzacque". La nuova società, nata nel 2003 ma diventata operativa nell’ottobre 2007, inizia così la propria attività dopo aver acquisito i rami d’azienda idrici delle ex municipalizzate di Aeb (Seregno), Alsi (Monza), ASML (Lissone) GSD (Desio), Sib (Cesano Maderno) e Idra (Vimercate).

I primi brianzoli a ricevere le nuove bollette saranno i desiani poi toccherà ai residenti di Macherio e via via fino a coprire tutti i 17 Comuni che fanno capo attualmente alla società per un totale di 72 mila utenze (Seregno, Desio, Lissone, Cesano Maderno, Giussano, Seveso, Albiate, Biassono, Bovisio Masciago, Carate Brianza, Ceriano Laghetto, Macherio, Meda, Muggiò, Sovico, Varedo, Verano Brianza).

Il cambio di gestione non ha comportato, almeno per questa prima bolletta, alcun incremento nelle tariffe. Pertanto in questa prima fattura le cifre restano invariate. «Dopo questa prima fattura – spiega il presidente Filippo Carimati (nella foto)– saremo chiamati ad adeguare le tariffe in base alle indicazioni della Legge Galli. Pertanto alcuni Comuni vedranno un incremento delle tariffe. Si tratta però di un lieve aumento necessario per portare tutti i Comuni ad una spesa pro capite omogenea che deve essere pari a 0,72 centesimi al metrocubo. Parlando in euro, tali incrementi non supereranno i 10 o 20 euro all’anno per famiglia. Va precisato inoltre che il 42% degli introiti si trasformeranno in investimenti per rinnovare acquedotti e sistema di distribuzione dell’acqua».

Entro il 2009 Brianzacque dovrà diventare l’unico gestore del sistema acqua per il territorio della Provincia di Monza e Brianza. Per questo prosegue l’iter per l’acquisizione dei rami d’azienda che ancora sopravvivono sul territorio.

Infine «Abbiamo dato incarico ad una società dell’Università Bocconi per lo studio di un piano strategico industriale che entro fine giugno possa garantire una serie di scelte e di innovazioni capaci di migliorare il servizio di distribuzione dell’acqua per tutti i cittadini della Brianza» conclude Carimati.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi