25 Settembre 2021 Segnala una notizia

Il turismo parte dalla Villa Reale

14 Febbraio 2008

20080214_nardi2.jpgLuigi Nardi, della Camera di Commercio, ritiene che la dimora progettata dal Piermarini deve tornare agli antichi splendori e ritrovare la propria attrattiva

 

La Villa Reale. Il turismo a Monza e Brianza parte dalla villa progetta dal Piermarini. Punto di forza, ma anche di debolezza, nel caso non si riuscisse a riportarla agli antichi fasti, ogni discorso sul turismo parte da qui. Ne è convinto anche Luigi Nardi, responsabile del settore turismo per la Camera di Commercio di Monza e Brianza: «Prima di ogni cosa, ciò che deve essere chiara è la sua destinazione. Una volta individuato ciò che deve essere, quello a cui sarà destinata, possiamo parlare del futuro del turismo nella nostra Provincia in un’ottica diversa». Un’affermazione, quella del responsabile del Turismo, che lascia poco spazio alle interpretazioni.

La realizzazione di un Sistema Turistico Locale dedicato alla Brianza è una delle priorità che la futura Provincia – insieme a Camera di Commercio di Milano e Comune di Monza – si propone di raggiungere, con l’obiettivo di mettere a punto un progetto integrato per valorizzare al meglio i prodotti turistici del territorio. Il primo passo compiuto, è stato, lo scorso settembre, la sigla del protocollo di intesa per la creazione del sistema turistico: cornice dell’evento l’Autodromo di Monza, il polo d’attrazione del territorio conosciuto a livello internazionale e scelto come simbolico punto di partenza per l’avvio di un lavoro intenso mirato a rafforzare la competitività e la capacità attrattiva dell’economia della Brianza, attraverso il miglioramento della qualità e dell’organizzazione di strutture e servizi. «Quello che è necessario, in questo momento – prosegue Nardi – è l’identificazione delle risorse. Esistono numerose realtà da valorizzare, da mettere in collegamento. La nostra terra, esclusi alcuni poli di interesse sovranazionale, è fatta di tante piccole realtà che devono essere messe in rete. Bisogna creare un marchio».

Ecco il secondo imperativo tracciato con  chiarezza per risultare vincenti: la creazione di un brand. Un marchio riconoscibile ovunque e che riporti all’idea di Brianza. Alle sue terre, alle sue ville di delizia, ai prodotti da esportazione, alle eccellenze presenti in ogni campo, che certo non mancano.

Discorso a parte è quello sulle strutture ricettive: «Oggi le strutture esistono, ma sono tarate sulle esigenze di questo momento. Se vengono create delle destinazioni, di conseguenza gli investitori vengono attirate. In questo momento, il turismo è prevalentemente di affari. In questo caso, la ricettività c’è. Il vero discorso è quello di mettere in luce la destinazione. Da lì in poi, per tutti, la strada diventa più semplice». In questo momento, in Brianza esistono 52 alberghi, per un totale di quasi 5 mila letti in tutta la futura Provincia. Di questi 1.431 solo a Monza. Con una particolarità, il turismo brianzolo sembra essere improntato alla qualità: la stragrande maggioranza dei posti letto (il 70 per cento circa) sono a quattro o tre stelle, sotto il 5 per cento i letti a una o due stelle, mentre un buon 15 per cento è riservato ad alloggi in strutture di altro tipo, come ostelli, rifugi, e case per ferie.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi