28 Settembre 2021 Segnala una notizia

Dalla pecora al…cappello

20 Febbraio 2008

20080220_pecora_muso.jpgSotto ai porteci dell’Aregario la proposta di recuperare la razza brianzola e una tradizione artigianale che fino agli anni Ottanta ha portato il nome di Monza in giro per il mondo

 

Dalla pecora al prodotto finito. Ovvero, come recuperare una tradizione che rischia di andare perduta, attraverso un progetto che sabato 23 si farà spazio sotto ai portici dell’Arengario. Dalle 10 alle 17 la protagonista di piazza Roma sarà "Pecora e cappello", una mostra interattiva organizzata dall’associazione lombarda per la Didattica in Agricoltura in collaborazione con la cooperativa Alda e con l’associazione della "Pecora brianzola" e finanziata dalla Fondazione della Comunità.

L’iniziativa prende avvio da un progetto di reinserimento di una razza ovina, tipica del territorio, ormai quasi completamente scomparsa e che mette quindi in evidenza la mancanza di una filiera che sfrutti i prodotti secondari dell’allevamento, come ad esempio la lana. A questo si aggiunga che Monza fino agli anni settanta e ottanta era una dei protagonisti indiscussi nella produzione di cappelli, in particolare era nota in tutto il mondo per la realizzazione di copricapo in feltro di lana. Su questa scia sono nate una serie di azioni che vogliono riproporre l’intera filiera, dall’allevamento delle pecore fino all’utilizzo della lana e la mostra sotto all’arengario intende portare a conoscenza del pubblico le numerose attività svolte. Ci sarà anche  un gregge, con la ricostruzione di un ricovero tipico dei pastori e una serie di stand che permetteranno di osservare le fasi di preparazione del cappello in lana, per non parlare del laboratorio del feltro che darà la possibilità agli interessati, ragazzi compresi, di sperimentare le tecniche per la realizzazione di piccoli oggetti. Infine, saranno mostrati e messi in vendita una serie di capi di vestiario, alcuni dei quali prodotti interamente con lana "brianzola". La sfida lanciata è quella di recuperare, almeno in parte, una realtà culturale caratterizzante la città di Monza, adattandola però alle condizioni attuali e cercando di valorizzare la filiera locale.

Il progetto riguarda la ricostruzione e l’attivazione pratica, per ora in via sperimentale e dimostrativa, del sistema produttivo, con il reinserimento di agnelli oggi mancanti negli allevamenti, la promozione dell’educazione ambientale attraverso l’attuazione dell’idea e il legame con il territorio. La razza "brianzola" è considerata ancora in via d’estinzione e ,al momento, è stata reintrodotta nel lecchese e nell’alta Brianza. Ebbe la massima diffusione a metà del secolo scorso e fu molto apprezzata per la qualità della sua carne, del latte e per i pregi della sua lana con la quale venivano fatti capi resistenti, utili per lavori pesanti. La valenza sociale dell’iniziativa sta nel fatto che saranno coinvolte fasce "protette" della popolazione nelle fasi di lavorazione. Al progetto partecipano anche l’istituto tecnico Agrario di Limbiate, il Museo Etnologico di Monza e il Comune della città di Teodolinda che ha messo a disposizione gli spazi per il laboratorio del feltro, nei locali della portineria di Biassono del Parco: qui si predisporranno i coni da inviare successivamente in un cappellificio per la messa in forma.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi