17 Settembre 2021 Segnala una notizia

Dal difensore civico per trovare casa

20 Febbraio 2008

stretta_di_mano_20082002.jpgUn posto dove vivere. Brugherio non fa eccezione: è questo il problema più sentito da chi si presenta nell’ufficio del difensore civico

 

Non solo emergenza case, molti di coloro che varcano la porta del difensore civico cittadino sono disabili che trovano difficoltà di vario genere per ottenere un aiuto economico. E poi ci sono ci sono anche richieste che vanno oltre la reale funzione del difensore civico che però ottengono ugualmente attenzione, perché comunque si è in presenza di un disagio che non può essere ignorato. È quanto emerge dalla relazione annuale 2007, presentata da Benedetto Bruscia, giunto al suo settimo anno di mandato.

«La relazione annuale non è solo una iniziativa obbligatoria di responsabilità e trasparenza – spiega Bruscia – ma permette di individuare la strada per migliorare sempre più il rapporto tra cittadino e Istituzione. Le Istituzioni, questo non devono mai dimenticarlo, sono al servizio dei cittadini e, in quanto tali, devono rispondere ai loro bisogni. Il difensore civico è qui ed è per tutti e nel momento del bisogno diventa subito un punto di riferimento sicuro ed immediato. Irregolarità o disservizi dell’Amministrazione che vengono segnalati dai cittadini – sottolinea – fondati o non fondati che siano, rappresentano comunque una risorsa per l’Amministrazione; è l’espressione di una esigenza che deve sempre trovare una risposta,  positiva o negativa. La fiducia del cittadino non può infatti naufragare e disperdersi nella deriva del silenzio».

Nel 2007 le pratiche trattate dal difensore civico sono state 136, undici in più rispetto allo scorso anno e una novità è costituita dalle richieste provenienti da ben 13 cittadini di altri comuni vicini, un numero maggiore rispetto agli anni precedenti. «Oltre al problema della casa – chiarisce Bruscia – problema che non può essere risolto dall’oggi al domani, le lagnanze riguardano anche le multe levate in Comuni diversi dal nostro. Torno a far presente che molti cittadini sono disorientati dalla mancata pubblicità da parte del Ministero competente circa le modifiche apportate al codice della strada. Si tratta di ben 45 modifiche intervenute dal 1992 all’anno scorso. Poi ancora schiamazzi notturni e traffico che impediscono a molti brugheresi di riposare. Devo dare atto all’assessore Paleari – ribadisce il difensore – di essere sempre intervenuto prontamente per risolvere i numerosi casi da me segnalati. Vorrei inoltre aggiungere che collabora con noi anche un legale di Brugherio, che abbiamo scelto attraverso un’accurata selezione, che ci supporta portando avanti delle cause e offrendo, dove è necessario, un supporto legale, applicando però tariffe minime, a volte portando avanti il lavoro gratuitamente se la persona in questione è disagiata e non possiede risorse economiche. Infine – conclude Bruscia – nella soluzione di alcuni casi il merito va anche ai dirigenti e addetti ai vari uffici, agli assessori Bolgia e Troiano che sono stati di grande aiuto in numerose circostanze».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi