22 Settembre 2021 Segnala una notizia

Bando europeo per ridurre il trasporto su strada

23 Febbraio 2008

20080220_trasporti.jpgFino al 7 aprile sarà possibile alle imprese partecipare al bando per trasferire il trasporto merci su mezzi alternativi. A disposizione 59 milioni di euro.

Combattere la congestione sulle strade europee provocata dai trasporti merci e migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto sono gli obiettivi del programma europeo Marco Polo, di cui è appena stato presentato il bando per il 2008. Ci sono 59 milioni di euro a disposizione delle imprese che hanno progetti nel settore: una priorità di grande interesse per le regioni dell’Italia settentrionale, gravate da una forte congestione sulle principali reti di comunicazione.

Se il principio generale è quello di trasferire il traffico merci verso sistemi alternativi alla strada, i progetti che saranno selezionati devono aiutare le imprese ad affrontare i rischi elevati connessi alla fase di avvio di servizi nuovi o profondamente modernizzati legati al trasferimento verso la ferrovia o le vie navigabili interne. Ai progetti che nel processo di selezione otterranno le migliori valutazioni saranno offerti contratti di sovvenzione per un periodo massimo di sei anni. Ciò significa che i progetti dovranno poter continuare a fornire servizi di trasporto non stradale di merci anche dopo la loro conclusione. La loro sostenibilità economica anche quando non riceveranno più il sostegno finanziario dell’UE, è un importante criterio di selezione.

In concreto l’iniziativa Marco Polo si rivolge a cinque tipi di azioni. La prima riguarda il trasferimento modale per trasferire il trasporto merci dalla strada al trasporto marittimo a corto raggio, alla ferrovia, alle vie navigabili interne o a una combinazione di modi di trasporto. Poi azioni di catalizzazione, altamente innovative per superare le barriere strutturali esistenti nel mercato del trasporto merci nell’UE, come la scarsa velocità dei treni merci o i problemi di interoperabilità tecnica fra i modi di trasporto. Un terzo settore d’intervento è quello delle azioni comuni di apprendimento per migliorare la cooperazione e ottimizzare i metodi operativi e le procedure fra i soggetti che partecipano alla catena del trasporto merci.

E’ coinvolto anche il trasporto marittimo a corto raggio o a una combinazione di quest’ultimo con altri modi di trasporto, con progetti che andranno legati alle cosiddette autostrade del mare, con l’obiettivo di offrire un servizio di trasporto marittimo intermodale di grande volume e a frequenza elevata. Infine potranno essere finanziate anche azioni destinate a evitare il traffico per integrare il trasporto nella logistica di produzione, con l’obiettivo di ridurre la domanda di trasporto di merci su strada.

La scadenza per la presentazione delle proposte è il prossimo 7 aprile, e tutte le informazioni si trovano sul sito:  http://ec.europa.eu/transport/marcopolo/guide_proposers/index_en.htm

Matteo Fornara

Rappresentanza a Milano della Commissione Europea

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi