05 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Vimercate: un nuovo ospedale da record

27 Novembre 2007

Entro tre anni Infrastrutture Lombarde consegnerà la struttura contro una media di costruzione italiana di 11 anni. Un edificio con pannelli solari ed emissioni zero

 

Decisi a battere ogni record. A partire dalla media nazionale di costruzione di un ospedale che è pari a undici anni. A Vimercate ci riusciranno in tre anni visto che il 27% dell’ospedale nuovo, che sta sorgendo in via Trento e Trieste, è già stato realizzato in meno di un anno. Il progetto, che porta la firma di Mario Botta, risulta anche essere una tra le più importanti operazioni di project financing nel settore ospedaliero in Italia.

Una struttura realizzata da Infrastrutture Lombarde Spa, attraverso la società concessionaria "Vimercate salute spa" (costituita da Inso e Pessina costruzione che hanno la maggioranza oltre a cooperativa Cellini, Gozzo impianti, Sti, Olicar e Serist) che avrà 538 posti letto, 10 sale operatorie, un elisoccorso e un parcheggio di 1200 posti a più piani. L’opera costerà 123 milioni di euro di cui 19 milioni investiti dalla stessa azienda ospedaliera di Vimercate.

Ma il vero fiore all’occhiello dell’operazione è nella scelta di Infrastrutture Lombarde di  mettere al primo posto la sicurezza del cantiere. Tanto da aver avviato le procedure per ottenere il bollino blu della sicurezza, un simbolo di eccellenza nel rispetto delle normative di sicurezza, della formazione e della correttezza della documentazione perché tutto fili liscio durante la costruzione. Se verrà confermato, l’ospedale di Vimercate sarà il primo cantiere di queste dimensioni in Italia ad ottenere un tale riconoscimento.

«L’edificio – spiega Antonio Rognoni direttore generale di Infrastrutture lombarde – rispetterà inoltre alcuni parametri di basso impatto ambientale e innovazione energetica. Per esempio sarà ad emissione zero. Inoltre sono allo studio l’installazione di pannelli solari in grado di fornire 1 megawatt di energia  e la possibilità di arrivare ad un incremento  di produzione di energia che potremo fornire ad altri ospedali in linea con le direttive di Regione Lombardia che nel 2009 vuole arrivare ad avere energia totalmente autoprodotta».

 

A meno di un anno dall’inizio dei lavori le promesse di Regione Lombardia sembrano dunque rispettate, stando a quanto assicurano i vertici di Infrastrutture Lombarde che hanno chiamato la stampa per verificare l’avanzamento dei lavori di costruzione del nuovo ospedale di Vimercate.

L’edificio dall’alto ricorda una margherita, con un blocco principale da cui partono cinque petali.«Quando ho cominciato a parlare di costruire il nuovo ospedale nessuno mi credeva – ricorda Giuseppe Spata direttore dell’Azienda ospedaliera di Vimercate – soprattutto perché temevano che avrebbero visto le fondamenta ma non l’opera completata. In Italia infatti la media di costruzione di un ospedale è di undici anni. Grazie invece all’intervento di Infrastrutture Lombarde oggi possiamo già vedere il 27% del nuovo ospedale. Abbiamo dovuto modificare il progetto originale per aggiungervi la farmacia, l’aula magna, la fisioterapia, le aule didattiche e il centro di sterilizzazione. Ma sono certo che le imprese costruttrici riusciranno a rispettare i tempi di consegna in programma per giugno 2009».

Regione Lombardia ha investito un miliardo e 600 milioni di euro per rinnovare 5 strutture ospedaliere oltre a Vimercate, Bergamo, Como,Legnano e riguarda. «Un’operazione – precisa Antonio Rognoni direttore generale di infrastrutture lombarde – che ha richiesto una forte collaborazione tra pubblico e privato, che ha investito ben 500 milioni di euro. Da lpunto di vista tecnico noi costruiamo ospedali secondo il modello di ospedale disegnato dal ministro Veronesi in collaborazione con Renzo Piano nel 2001. Da quel modello pi è derivato il principio cardine voluto da Roberto Formigoni: l’umanizzazione degli ospedali. I nuovi edifici sono pensati per il paziente, solo in un secondo momento per medici e infermieri. Infine su suggerimenti di ingegneri, economi e architetti. Per questo il progetto di Vimercate, in ogni passaggio o modifica, è stato firmato da tutti i medici, perché dessero le indicazioni migliori sia per la cura sia per il ricovero dei pazienti, sia per una gestione efficace ed efficiente del servizio sanitario». uando avevo

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi