24 Novembre 2020 Segnala una notizia

Pagliari: «Ce la giochiamo alla pari con chiunque»

12 Ottobre 2007

pagliari.jpgIn casa biancorossa ancora non si dice di correre per la promozione. Ma, sotto sotto, lo si pensa. Begnini: «Il cambio dell’allenatore? Avrei dovuto farlo quest’estate»

 

A Foligno per tentare il "botto". La piazza si attende la terza vittoria consecutiva alla sua terza partita di Pagliari  (nella foto in tribuna per la squalifica di domenica scorsa). Altri tre punti proietterebbero il Monza in piena zona play of. Al suo insediamento due settimane fa, il nuovo mister biancorosso aveva dichiarato: «La classifica dice che il Monza non è da primi posti. E la società non mi ha chiesto la promozione». Dopo due vittorie con altrettante prove di forza, e una classifica a ridosso delle prime, Pagliari corregge il tiro: «Allora la classifica diceva che non eravamo da primi posti. Ma dopo due settimane posso affermare questo: possiamo giocarcela alla pari con tutte».

In che cosa ci vede la sua impronta su questo Monza? «Io voglio una squadra aggressiva, che giochi a viso aperto tutte le partite. Una squadra che non abbia paura, ma che sia coraggiosa. In casa come in trasferta, il Monza deve cercare di  imporre il suo gioco, restando equilibrata. Anche perché abbiamo dei giocatori che possono fare la differenza in questa categoria, dal punto di vista tecnico».

Il Monza di oggi è una squadra ben diversa da quella di Sonzogni. Quella squadra si adattava troppo all’avversario, specie in trasferta,; era troppo preoccupata di mantenere il risultato; non valorizzava l’estro dei giocatori più tecnici. Ma Pagliari cosa ha ereditato dalla precedente gestione? «Per rispetto, preferisco non parlare del collega che mi ha preceduto. Di certo – prosegue il 46enne marchigiano – ho trovato serietà e professionalità nei ragazzi: questo gruppo è abituato a lavorare e  fare fatica».

Il presidente Giovan Battista Begnini è soddisfatto della scelta operata appena due settimane fa: «Forse dovevo farla quest’estate, reciterò mea culpa. Ora vedo più serenità e tranquillità. Con Sonzogni si era giunti a un punto in cui tanti si allenavano controvoglia, senza un minimo di piacere. Invece l’allenatore deve anche essere uno psicologo, sapendo il limite fino a quando può forzare Vedo una squadra che non ha paura, aggressiva: è la squadra che piace a me» afferma il presidente, che aveva sostituto Sonzogni proprio rimproverandogli apertamente un atteggiamento troppo rinunciatario e preoccupato.

Domenica più volte si è levato il coro "serie B, serie B". Dopo aver detto più volte  che il Monza non punta alla promozione, cosa pensa oggi che la squadra esprime un potenziale tale da preoccupare chiunque? «Vedremo domenica dopo domenica» –  Begnini evade la domanda con realismo. Ma questo buon senso è ben diverso dalle dichiarazioni in cui diceva che il Monza non era da play off. Evidentemente anche lui crede nella possibilità di giocarsi la serie B fino all’ultima giornata, come gli ultimi anni.

Domani il Monza gioca a Foligno, in casa di una neopromossa che ha un punto in più dei biancorossi. Il Monza ha un grande vantaggio: Pagliari conosce vita, morte e miracoli di questa squadra, che lui stesso ha condotto alla promozione a maggio. Il Foligno è privo di grandi nomi: tutta gente che ha militato soprattutto in C2. Ma è una sorpresa del campionato. Gioca aperto, non si chiude, il che potrebbe essere un vantaggio per il Monza. In questo campionato i suoi undici titolari (domani ci sarà la squadra tipo) hanno una media molto alta, quasi del 6,5, secondo i voti della Gazzetta. Gli umbri si stanno dimostrando forti in tutti i reparti. In difesa Petterini e Guastalvini stanno avendo un rendimento molto alto. In attacco occhio alla mezzapunta Parolo e a Noviello.

Il Monza invece continua ad essere in emergenza a centrocampo. Brambilla tornerà solo col Novara, mentre Montesanto si aggregherà al gruppo solo a fine mese.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi