03 Dicembre 2020 Segnala una notizia

La pace irrompe in Aula

3 Luglio 2007

20070703_consiglio_pace1.jpg Bandiere arcobaleno sono state esposte in Consiglio comunale durante l’interpellanza di Michele Faglia sulla rimozione dei cartelli "città per la pace" 

La pace irrompe in Consiglio comunale. Abituata a cinque anni di rumorose proteste dai banchi del pubblico, con l’esposizione di cartelli accompagnati da urla e slogan contro la giunta di Michele Faglia, l’aula è stata teatro, lunedì sera di una manifestazione silenziosa  che ha preso il via durante l’intervento dell’ex sindaco, Michele Faglia che si è concluso con una interpellanza dal titolo "Censurare la pace?", firmata dallo stesso Faglia, da Paolo Pilotto per Ulivo e da Vincenzo Ascrizzi per  Rifondazione Comunista e  sottoscritta da tutti gli altri consiglieri dell’opposizione.

"Premesso che il Consiglio comunale nel 2003 aveva approvato all’unanimità l’istituzione di "Monza città per la Pace" la costituzione di un Ufficio ed una Commissione per la pace e l’adesione al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace – ha detto Faglia – ho constatato che sono stati rimossi i cartelli "Città per la pace" all’ingresso della città, senza che nessuna informazione sia stata effettuata né presso la Commissione né presso il Consiglio comunale e che è stato altresì rimosso il cartello indicatore di "Ufficio per la pace" presso la segreteria del Sindaco".

Faglia ha sottolineato anche di aver appreso dalla stampa alcune dichiarazioni del sindaco e dell’assessore alla Mobilità e alla Sicurezza Massimiliano Romeo che minimizzavano il fatto, quasi si trattasse di una scelta di "buon senso" esprimendo giudizi nel merito della serietà dell’argomento "siamo monzesi, gente seria" e l’estraneità del significato politico di un gesto così intollerante, violento e volgare .

"Chiediamo – conclude l’interpellanza – con quale atto deliberativo siano state assunte tali decisioni, quale sia la spesa per la rimozione dei cartelli ove sia stato ubicato l’Ufficio per la pace e con quali funzioni, se permanga l’adesione di Monza al Coordinamento Nazionale per gli Enti Locali per la Pace ed i diritti umani , se Monza continuerà ad essere presente alle iniziative quali la marcia  Perugia-Assisi, alla settimana della pace, alla rete di studenti e docenti "facciamo pace a scuola" in proseguimento al 3° meeting nazionale tenutosi ad Ancona nel marzo 2007, se permanga l’impegno di Monza alla Tavola della Pace di Monza e Brianza e l’adesione all’associazione  "Major for peace" che vedeva il Sindaco di Monza insignito di tale riconoscimento a livello mondiale".

20070703_consiglio_pace2.jpgL’esposizione delle bandiere arcobaleno ha indotto il presidente del Consiglio a sospendere l’intervento di Faglia mentre dalle tribune del pubblico arrivavano gli schiamazzi dei sostenitori del centro destra che a loro volta esponevano polemicamente un "foulard" della Lega gridando "buffoni", "comunisti" e "terroristi". In aula, il consigliere di Rifondazione, Vincenzo Ascrizzi, si avvicinava agli scranni della Giunta e regalava al sindaco il manifesto della marcia Perugina-Assisi che si svolgerà il 7 ottobre prossimo: "Glielo lascio come promemoria – ha detto polemicamente l’ex assessore a Mariani – Così non si dimenticherà di partecipare".

Poi quelli che tra il pubblico che esponevano le bandiere, se le sono avvolte intorno al corpo, a mo’ di mantelli o sciarpe e la seduta è ricominciata. Sullo stesso argomento sono intervenuti anche altri consiglieri, tra cui Sergio Civati, Gabriella Rossi ed Egidio Longoni. Il presidente Inga, preso un po’ alla sprovvista dalla prima "bagarre" della sua gestione, ha affermato che l’argomento è di tale importanza che meriterebbe una seduta del Consiglio appositamente dedicata e i rappresentanti dell’opposizione hanno affermato di volerlo prendere in parola: fra le tante iniziative annunciate per protestare contro la rimozione dei simboli della pace, dunque, ci sarà forse anche la richiesta di un Consiglio straordinario.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi