02 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Letterarte alla Galleria Civica

4 Giugno 2007

20070604-galleria-civicaSeconda rassegna delle associazioni artistiche monzesi. Dipinti, affreschi  e poesia fra tradizione e lirismo

 

È la seconda rassegna delle associazioni artistiche monzesi: LetterArte espone le opere, per la maggior parte pitture, dei soci delle associazioni Arte e Arte, Paolo Borsa, del Circolo delle arti figurative, del Cenacolo dei poeti di Monza e Brianza e dell'Associazione Artistica scuola di affresco. Tecniche tra loro
diverse si confrontano all'interno della stessa sala, la Galleria Civica di Monza, su tematiche vicine tra loro poichè offrono un'immagine mitica, tradizionale e letteraria di Monza. L'Associazione culturale Arte e Arte sceglie di introdurre l'esposizione delle sue opere con un'espressione di Goethe tratta dai motti sull'arte: " Lo studio dell'arte, come quello degli scrittori antichi, ci sostiene e ci appaga…". Antico è appunto lo sguardo su Monza della serie di pitture in acquarello dei soci; per citarne due Luciana Lelli e Giuseppe Gelosa dipingono i paesaggi dei giardini del Parco e della villa Reale che, per il colore tenue e sciolto divengono luoghi dal clima sereno e quasi da sogno.
Più moderna la socia Monia Navia, per la tecnica e il tema: una china su carta, che ricorda il fumetto, propone la figura della sirena tentatrice di Ulisse che branca con la sua coda, invece della nave dell'eroe, un treno ad alta velocità.  Sul terreno del mito lavora anche Gittini, socio del Cenacolo dei poeti e artisti di Monza e Brianza, di cui è esposto un olio su tela dal titolo: "Il sogno di Teodolinda" raffigurante la regina Teodolinda che osserva una colomba. Secondo la leggenda, infatti,  fu la colomba del sogno ad indicare alla regina il luogo adatto alla costruzione del Duomo dicendole "modo"( qui), cui la regina rispose etiam( si). Da qui anche il nome etrusco di Monza: Modoetia. Accompagna le opere la poesia " la bella signora" della fondatrice del Cenacolo, Maria Organtini., che collabora con diversi giornali cittadini.

Il Circolo Arti Figurative , nato a Monza nell'82, si presenta con lo sviluppo di un tema preciso:"I Promessi Sposi"di Manzoni, opera nella quale Monza è presente per essere la città del personaggio della monaca Gertrude.  Più opere rappresentano diversi passaggi significativi del romanzo ma è' la tela del presidente dell'associazione, Enrico Negri, che  raffigura uno dei versi più famosi del decimo capitolo del romanzo: " La sventurata rispose". Negri dipinge, in modo realistico e con la tecnica a olio, le vesti e gli accessori che identificano le professione monacale riposti su una sedia nel mezzo di una stanza che altrimenti sarebbe vuota.

Meno realistiche ed intuitive invece le pitture dei soci della Paolo Borsa. Colori sgargianti maacchiano le tele e lo stile è più legato all'astrattismo ed al cubismo. Sono i versi di Montale tratti da Ossi di Seppia ad introdurre l'osservatore.

Dal carattere più educativo e meno evocativo è il testo che precede gli affreschi dell'associazione artistica scuola di affresco: un cartellone avverte che l'affresco non è solo un dipinto su muro e ne spiega le procedure tecniche.

La mostra rimane aperta ad ingresso libero nella Galleria Civica di via Camperio 1 da martedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi