03 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Pisani e Porta prime vittime elettorali

3 Maggio 2007

20070411_pisani Tramontata improvvisamente la candidatura del medico. Alla fine la lista Per Monza oggi appoggerà Mariani

Una settimana fa abbiamo incontrato, nella sua sede elettorale, Alvaro Porta, candidato sindaco della lista Per Monza Oggi. Un’intervista di due ore, in cui il vicepresidente dell’Ordine dei medici brianzoli e responsabile di medicina generale al Policlinico di Monza ci ha raccontato il suo progetto politico, ci ha spiegato la sua contrarietà alla candidatura della destra di Marco Mariani, ci ha giustificato la sua critica all’operato della giunta di Michele Faglia, ci ha quantificato in 250mila euro il costo della sua campagna e ci ha indicato in 20 il numero dei suoi collaboratori.

Tutto pronto, quindi, per un’avventura politica che per un mese l’avrebbe allontanato dal Policlinico, per la gioia di Domenico Pisani detto “Mimmo”, pronto a prendersi una rivincita con i vertici di Forza Italia che cinque anni fa l’avevano accusato di essere il primo responsabile della sconfitta che aveva consacrato Michele Faglia sindaco. Nobili propositi tutti volti alla costruzione di un grande centro che sapesse superare gli schieramenti dati della destra e del centro sinistra.

Tutto questo si è dissolto il 28 aprile: Porta non è più candidato, ma con la sua lista sosterrà la destra e Marco Mariani. Si potrebbero evocare i misteri della politica, se non fosse che di misterioso in questa ridicola vicenda non c’è nulla. Vi sono per contro fatti, nomi e circostanze. Fin dall’inizio della storia politica elettorale di Pisani e Porta le pressioni della destra locale per farli desistere sono state forti, ma senza successo. Poi la svolta. Tra il 24 e il 25 aprile interviene Silvio Berlusconi con il solito invito in villa, poi è la volta di Paolo Berlusconi e infine l’epilogo di Paolo Romani in città. Così è maturata la capitolazione del duo Pisani-Porta e il ritorno all’ovile di chi osò sfidare l’impero. Laconica la spiegazione: “…non potevamo far vincere ancora Faglia”.

Questi gli avvenimenti che nella loro deprecabilità ci permettono tre considerazioni: a) Pisani, Porta e la lista Per Monza Oggi escono sconfitti da questa esperienza e il loro progetto politico sepolto. Pisani e Porta appaiono elettoralmente inaffidabili per manifesta incapacità di autonomia e determinazione e mancanza di rispetto verso i cittadini ai quali Porta aveva annunciato la sua candidatura; b) Mariani e la destra tradiscono la paura di una nuova sconfitta e per questo sono disposti a tutto, con la benedizione dei leader nazionali di FI. Una debolezza che cresce di giorno in giorno, confermata da tanti sondaggi, di destra e/o del centro sinistra, indicanti un ritardo di Mariani nei confronti di Michele Faglia; c) a destra non può esistere una società civile, o parte di essa, che possa organizzarsi  autonomamente e partecipare al governo della città. Essa può solo sacrificarsi in nome degli interessi di pochi e dei più forti. Esempi se ne contano ormai tanti, a partire dalla lettera dei Cento che chiedevano al Cavaliere di poter di scegliere da soli il candidato della destra.

Come allora anche oggi la risposta è sempre quella, decido IO!

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi