28 Novembre 2020 Segnala una notizia

Appunti di strada. Traffico, questione culturale

11 Maggio 2007

20070510_orietta_giordanoInterviste ai monzesi: emergono diversi consigli per l'amministrazione che verrà ma qualcuno fa anche autocritica ai cittadini

Continua il nostro viaggio tra i cittadini monzesi. Che hanno proprio voglia di dire la loro, di esprimere a chiare lettere le azioni che ritengono indispensabili per migliorare la qualità della vita propria e di tutta la cittadinanza. Mamme con bambini, signori a passeggio, ragazzi, incontrati il sabato pomeriggio in centro o il lunedì sera poco prima di cena a passeggio sulla pista ciclabile che costeggia il canale Villoresi a Triante.

Abbiamo rivolto loro due domande.

Domande:

1.         Qual è il problema più urgente di Monza?

2.         Quali soluzioni propone?

 

Sergio Belloni, 70, pensionato, attore amatoriale

1.         Le periferie. Perché nelle periferie c'è in giro sporcizia, ci sono tante cose da guardare, da sistemare. Strade, marciapiedi. Si stanno facendo tante belle cose, però si lascia degenerare un po' la periferia.

2.         Per quel che riguarda la spazzatura, non si vedono più persone che puliscono come una volta. Prendono su quel poco che trovano, poi le strade le lasciano come sono. Ci vorrebbe più attezione, più pulizia. Anche rispetto agli escrementi canini.

20070510_joshua

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Joshua, 19 anni, in cerca di prima occupazione

1.         Tutti quei marocchini lì ai boschetti secondo me sono un problema.

2.         Mah, non ci sono soluzioni, perché anche se fai una retata e ne prendi 15, il giorno dopo sono lì di nuovo in 30. Soluzioni a livello locale non ne vedo. Ce ne vorrebbero a livello statale. Poi questa è la mia opinione, magari a qualcun altro gli va benissimo…

20070510_orietta_giordano 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Orietta Giordano, 38 anni, impiegata

1.         Traffico, l'oganizzazione del traffico. 

2.         Migliore organizzazione dei sensi unici, delle strade in centro Monza e dei parcheggi, che sono quasi tutti a pagamento ormai.

20070510_spotti_luigi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luigi Spotti, 57, impiegato

1.         Non lavoro a Monza quindi a Monza ci vivo meno che non dove lavoro. Penso che più che altro sia un problema di viabilità, almeno dove mi trovo io. Faccio tutti i giorni al ritorno il vialone, quindi il sottopasso che devono fare di viale Lombardia. Credo anche per chi va in centro, la viabilità del centro, i parcheggi…

2.         Bisogna fare il sottopasso. Per il resto io vado molto a piedi, credo però che qualcosa si debba fare. Non so bene com'è il parcheggio nuovo di Piazza Trento. Probabilmente quello potrebbe risolvere un po' di problemi.

20070510_fabio__grassi  
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fabio Grassi, 53, insegnante all'Hensenberger

1.         Piazza Trento.

2.         La soluzione c'è già, stanno lavorando…

20070510_maria_panzitta  
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maria Rosa Panzitta, 80 anni, pensionata e, tiene a specificare, malata

1.         Dovrebbero sistemare qui il canale, perchè siamo pieni di zanzare e sporcizia. Non l'hanno mai pulito. Una volta andavano dentro con le ruspe a pulire tutto ed eravamo in pace. Adesso siamo pieni di zanzare e di topi, perchè c'è tutta quest'erba incolta! Un'altra cosa che non va bene è che se hai bisogno di un assistente sociale devi pagare e non va bene. Che senso ha!

2.         Per il canale, pulirlo e tagliare tutta l'erba, perchè qua tra via Valsugana e via Tofane, sulla pista ciclabile, è pieno d'erba cresciuta selvatica, dove stanno tutti gli animali, i topi, gli insetti… bisognerebbe curare di più quel verde. E l'assistente sociale dovrebbero farlo gratuito. Mica che li chiami, vengono e poi ti dicono che per due ore la settimana devi pagare 95 euro o qualcosa del genere, al mese. Allora tanto vale, ti prendi una signora ed è uguale!

A. R., pittore, 60 anni

1.         Urgente non è, comunque sicuramente una pinacoteca aiuterebbe le persone ad avvicinarsi al mondo dell'arte, quindi ad aumentare la sensibilità e il livello di cultura. Questo sarebbe uno dei problemi dal mio punto di vista. E poi altri ce ne sono: la viabilità, i parcheggi… abbiamo piazza Roma (la piazza dell'Arengario, n.d.r.) molto bella, ma superoccupata, da tutti! Mancano solo gli elefanti!

2.         Piazza san Paolo per esempio potrebbe diventare una pinaconteca, sarebbe un'ottima idea. Anche creare una biblioteca multimediale potrebbe essere un'idea interessante. Riguardo i problemi della viabilità, migliorare i pullman che sono scarsi, non sono puntuali. Insomma, di cose da fare ce ne sarebbero tante…

20070510_casalinga  
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

F. C., casalinga, 45 anni

1.         Di miglioramenti ne abbiam fatti tanti, Monza è una città abbastanza vivibile, a parte i problemi di traffico, che ci sono dappertutto, quello non è un problema di Monza. Se non cambiamo la mentalità quel problema non si risolve. Siamo noi che dobbiamo cambiare. Forse mancano un po' di strutture per i bambini.

2.         bisognerebbe forse aumentare il numero di asili nido, dei quali c'è carenza e le persone se ne lamentano. Per le donne che lavorano, come me… se non avessi le possibilità economiche che ho, forse i miei bambini non avrei potuto curarli. Ci vorrebbe più sostegno per quelle attività, magari private, che aiutano le mamme e le famiglie. Comunque io vivo a Monza da sempre e la vedo migliorata, non mi sembra una città che peggiora, mi sembra una città che va avanti. Un miglioramento anche delle strade, della cultura…ci son tante mostre… insomma sarei positiva!

20070510_elisabetta_porta  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elisabetta Porta, 46 anni, medico

1.         La viabilità

2.         Sicuramente fare più posteggi e poi risolvere il problema del cavalcavia di San Fruttuoso

20070510_agnese_colombo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agnese Teresa Colombo, 60 anni, casalinga

1.         Non mi sono mai posta questa domanda. Mi mette in difficoltà. No, guardi, io sono una alla quale va bene pressochè tutto. In questo momento non mi viene in mente nulla. A Monza si vive abbastanza bene.

 

I piccoli-grandi problemi del quotidiano, nel nostro sondaggio telefonico

1.         Qual è il problema più urgente di Monza?

2.         Quali soluzioni propone?

G.A., 79 anni, pensionata, circoscrizione 2

1.         La comodità sulle strade, perché spesso non si riesce a passare girando a piedi come me.  Per esempio su certe vie le auto si possono parcheggiare da un lato della strada ma non dall'altro: la gente però non rispetta le indicazioni! Parcheggiano proprio davanti ai negozi per prendersi il caffé, poi se un'anziana ha bisogno di sostare vicino per motivi più seri le fanno la multa!

2.         Ci vogliono più controlli su queste cose! 

Maria Gallo, 38 anni, impiegata, circoscrizione 4

1.         Inquinamento e traffico.

2.         Più parcheggi fuori dal centro per evitare ingorghi in centro città. Per quel che riguarda l'inquinamento, è difficile trovare una soluzione adeguata, perché tra il riscaldamento e le auto… è un problema difficile da risolvere nel locale; comunque si potrebbero aumentare le aree verdi e gli alberi, che sono polmoni per la città.

 Francesca Barbieri, 24 anni, studentessa, circoscrizione 3

1.         Il traffico, senz'altro.

2.         Non saprei. So solo che per il tipo di vita che faccio io in città il problema che sento di più è questo, ma non saprei come risolverlo.

M.C., 50 anni, impiegata, circoscrizione 2

1.         I parcheggi, che sono pochi.

2.         Non saprei.

P.L., 80 anni, pensionata, circoscrizione 3

1.         Penso che ne abbiano già risolti un bel po'. Resta il problema degli extracomunitari, che sono troppi!

2.         Non saprei.

Federico Cazzaniga, 20 anni, studente, circoscrizione 5

1.         I parcheggi.

2.         Farli piuttosto a pagamento, ma averne di più. Perché per i residenti che non hanno i box, in certe ore di punta, è proprio un problema parcheggiare.

R.G., 49 anni, impiegata, circoscrizione 4

1.         Non lo so.

Giuseppina D'Amico, 77 anni, pensionata, circoscrizione 4

1.         I marciapiedi, perché sa, noi anziani abbiamo bisogno di stabilità, se sono tutti rovinati per noi è un problema. Senza contare che poi c'è chi ci mette le auto, sui marciapiedi.

2.         Hanno già fatto tanti bei lavori! E piano piano li faranno, dicono. Certo è che bisogna intervenire.

Eleonora Porzio, 60 anni, casalinga, circoscrizione 4

1.         I parcheggi e le strade. Io abito a San Fruttuoso e qui abbiamo la posta, la banca, il nido, tutti in una via in cui è difficilissimo parcheggiare! Poi hanno fatto i marciapiedi adesso, che ci volevano, ma nella parte finale sono ancora rotti… perciò attraversare la strada è rischioso, soprattutto per una persona anziana, che per guardare le macchine che arrivano rischia di inciampare in una buca. Va detto che San Fruttuoso è troppo trafficato, è diventato un viale!

2.         Secondo me dovrebbero riguardare i marciapiedi che han fatto e controllare in generale le strade, cercando di evitare queste situazioni che mettono in difficoltà i pedoni.

Fulvio Zanardi, 46 anni, operaio, circoscrizione 3

1.         Il traffico.

2.         Bisognerebbe fare una circonvallazione esterna alla città migliore del sistema di vie esistente. Adesso poi, ho visto che stanno facendo un po' di lavori, ma in alcuni casi finiscono per stringere le carreggiate, tanto che, nella mia via, per esempio, un autobus e un'auto non ci passano più assieme.

G.E., 38 anni, impiegata, circoscrizione 1

1.         Il traffico. Penso che sia il problema più sentito da chi abita a Monza, ma lavora a Milano. I trasporti pubblici non sono il massimo e se, come me, abiti distante dalla stazione, l'auto è la sola soluzione.

2.         Non so, il tunnel di viale Lombardia forse migliorerà le cose, ma non sono sicura perché mi sembra sia un problema non solo di Monza, ma di Milano, di tutta questa zona metropolitana. Perciò se pure si riuscisse a far funzionare alla perfezione le strade che escono da Monza, poi ci si ritroverebbe bloccati in tangenziale, e sarebbe quindi uguale a ora…

G. R., 38 anni.

1.         Gli extracomunitari clandestini. Quelli che non sono in regola. Vanno sorvegliati, monitorati. Non tutti, tanti sono bravi ragazzi. Ma tanti vengono qui per stuprare, per rubare, e non va bene!

2.         Vanno sorvegliati tutti questi, dalla a alla z. Perchè se vengono qui per lavorare, queste persone, devono essere rispettate. Ma se uno ruba e io lavoro… Mettere più forze dell’ordine in giro, controllarli, fermarli, vedere se lavorano, se non lavorano, dove vivono. Questo devono fare.

Gaia Cappelletti, 35 anni, impiegata

1.         Per esempio penso la mancanza di spazi di aggregazione che non siano quelli classici, tipo per giovani gli oratori e per vecchi le parrocchie. Posti di aggregazione intesi come posti per stare assieme, soprattutto pensando agli anziani che spesso vivono confinati in casa.

2.         Non so se la soluzione a questo problema risieda, soprattutto per gli anziani, nei servizi sociali o altro. Per i giovani, a parte il Boccaccio, a Monza non c’è granché… non so se il problema risiede anche nella mancanza di iniziative dei ragazzi che forse ultimamente sono, soprattutto a Monza, un po’ conservatori. Comunque in questo senso un po’ di cambiamenti con questa giunta ci sono stati. Avevo letto per esempio del progetto per i giovani sull’area ex-macello; poi non ho saputo più niente, ma mi sembrava una cosa interessante, come proposta. Era l’occasione per creare per i giovani uno spazio dove andare non solo per bere, ma anche per svolgere attività sociali di loro interesse.

Daniela Fornero, 27 anni, studentessa.

1.         Dal mio punto di vista, la viabilità sicuramente e l’inquinamento: tutto quello che ha a che vedere con la mobilità e con l’ambiente.

2.         È una domanda difficile, altrimenti sarei in politica. Altre piste ciclabili, parco per attività ricreative e lasciare la città libera dalle auto almeno due o tre volte al mese, migliorare collegamenti con Milano e aumentare le corse interne alla città. Educazione ai ragazzi delle medie sul rispetto dell’ambiente e l’utilizzo della biciletta.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi