25 Novembre 2020 Segnala una notizia

Monza In Bici ai candidati sindaci

10 Aprile 2007

biciL’associazione ciclo-ambientalista propone ai candidati sindaci gli interventi per una mobilità sostenibile

In occasione delle elezioni amministrative la associazione Monza In Bici coglie l’occasione per presentare ai candidati sindaci le proprie proposte di azione per rendere la nostra città più vivibile per chi la percorre in bici.

 

Una delle priorità di intervento è quella che riguarda la costruzione di una rete diffusa di itinerari ciclabili interconnessa senza interruzioni che colleghi tra loro i quartieri, le stazioni degli automezzi e tutti i punti focali della città, in modo da creare un percorso il più possibile continuo che non costringa i ciclisti ad affrontare pericolose interruzioni improvvise della ciclabile e sboccare all’improvviso in strade trafficate.

La seconda richiesta è quella di intervenire a favore della moderazione del traffico nei quartieri per aumentare la sicurezza sulle strade e agevolare la convivenza tra automobili, biciclette e pedoni. Inoltre, con l’auspicio che le biciclette siano sempre più utilizzate come mezzo di trasporto preferito, si renderà necessario adattare la disponibilità dei parcheggi nelle zone maggiormente ricettive della città, come uffici comunali, cinema, teatri e piazze.

Oltre a questi interventi “infrastrutturali” si sente anche l’esigenza di investire in “campagne divulgative per incentivare gli spostamenti urbani in bicicletta e il contemporaneo disincentivo all’uso dell’automobile”. L’associazione cicloambientalista monzese rivendica gli spazi cittadini che in questo momento vengono utilizzati in maniera predominante dal traffico automobilistico. “Lo spazio deve tornare ad essere di tutti, le piazze devono dare la possibilità di chiacchierare, riposare, leggere, bere un caffè in tranquillità e sentirsi parte integrante della città e della sua vita sociale e politica.

Bisogna considerare la bicicletta come un mezzo di trasporto quotidiano, quello che si usa per andare al lavoro o per gli spostamenti necessari per le commissioni di tutti i giorni e non solo come uno “strumento” per la sgambata domenicale.

Per questo è necessario rendere i percorsi ciclabili più piacevoli possibile: solo così i cittadini potranno sentirsi sicuri e magari lasciare a casa la macchina e montare sulla bici.

I benefici di questo cambiamento di mentalità sarebbero di carattere economico (le bici non richiedono rifornimenti di benzina) e sopratutto sociali grazie alla diminuzione del traffico e conseguentemente dell’inquinamento atmosferico e acustico. In questo modo anche i bambini potranno usare con più sicurezza la bicicletta.

“Tutto ciò è possibile – assicurano i cicloambientalisti – è già stato realizzato in altri paesi europei e italiani”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi