04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Il pubblico impiego è sul piede di guerra

24 Aprile 2007

20070424-pubblico_impiegoSe non non interverrà nulla di nuovo – rinnovo del contratto nazionale di lavoro – entro la prima metà di maggio scatterà uno sciopero di categoria. 

 La vertenza (che in Brianza riguarda circa quattromila dipendenti) fin dall’inizio è stata un po’ «tribolata». Dopo la firma del memorandum sul pubblico impiego del 18 gennaio, il sindacato confederale ha indetto uno sciopero generale il 16 aprile accusando il Governo di affrontare con  lentezza gli impegni sottoscritti, compreso quello di avviare in tempi brevi l’iter per il rinnovo dei contratti già scaduti da un anno. Il 6 aprile è poi stato sottoscritto l’impegno del Governo a sbloccare le risorse economiche per il rinnovo del contratto degli statali sufficienti a garantire un aumento contrattuale di 101 euro medie mensili pro capite a decorrere dal 2007 e il memorandum integrato della parte relativa a Regioni, autonomie locali e sanità. «Al primo punto di tale intesa – spiega Giuseppe Leone della Fp Cisl Brianza – si legge testualmente che “una profonda riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche è un passaggio obbligato affinché l’economia italiana torni su un sentiero di crescita duratura”. Tutti i giornali hanno titolato con la falsa affermazione secondo la quale era stato firmato il contratto degli statali. L’accordo del 6 aprile prevedeva che entro 7 giorni il Governo emanasse la cosiddetta direttiva-madre con la quale si desse mandato all’Aran di avviare le trattative per il rinnovo dei contratti, avendo come riferimento i 101 euro e la concretizzazione degli impegni assunti con il memorandum. Il 12 aprile però il sindacato ha preso atto che l’attesa direttiva all’Aran non prevede impegni sulla riduzione del precariato nella pubblica amministrazione e sull’impegno a limitare le esternalizzazioni. Niente anche rispetto a riorganizzazione, innovazione e anche le risorse concordate non sono più tutte disponibili, con l’aggravante che viene compressa anche la contrattazione decentrata». Cisl, Cgil, Uil hanno quindi indetto uno sciopero che si terrà entro la prima metà del mese. 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi