28 Febbraio 2021 Segnala una notizia

La cittadella della giustizia nascerà da ruderi fatiscenti

15 Marzo 2007

20070315_exsoleraI lavori sull'area ex Solera dureranno circa 40 mesi. Studiato anche un piano viabilistico per limitare i disagi

Sorgerà tra le vie Solera e De Amicis dove oggi si alternano ruderi e stabili fatiscenti. Un nuovo polo destinato ad ospitare gli uffici della Procura della Repubblica e il parcheggio per il personale giudiziario. Avvocati, giudici, funzionari, pubblici ministeri dovranno portare ancora un po' di pazienza, ma ormai l'iter è ripartito dopo la decisione del Tar (Tribunale amministrativo regionale) di respingere la richiesta di sospensiva richiesta da uno degli esclusi dalla gara per l'appalto. "Rimarchiamo la soddisfazione di aver concluso una fase delicata come quella della gara – ha commentato l'assessore alle Opere pubbliche Antonio Marrazzo – che ci permette di procedere speditamente con la progettazione esecutiva e con l'inizio dei lavori di realizzazione di una delle opere più importanti a servizio della città e della giustizia, in particolare, che finalmente potrà usufruire di spazi sufficienti. Una risposta che il tribunale attendeva da tempo". Ad aggiudicarsi l'appalto un raggruppamento di imprese composto dalla Cooperativa costruzioni lavoranti muratori (capogruppo), Sieg Spa e Fratelli Panzeri Spa a seguito di un bando di gara europeo. Sull'importo di base d'asta di circa 12.500.000 euro (a cui vanno aggiunti sei milioni di euro per l'acquisto dell'area), il raggruppamento si è aggiudicato la gara proponendo un ribasso di poco più del 24,5%. L'aggiudicazione per ora è provvisoria. Quella definitiva arriverà tra circa un mese. Dalla consegna del cantiere, saranno necessari tre mesi per l'elaborazione del progetto esecutivo e altri 40 per costruire l'opera. Due i lotti in cui è stato suddiviso l'intervento per un totale di circa 15mila metri quadrati di superficie calpestabile. Il primo prevede di attuare una serie di operazioni che mirano al restauro e al risanamento conservativo, alla demolizione di alcune parti impossibili da recuperare, all'edificazione di nuove strutture e all'interramento dei 132 parcheggi previsti. Il secondo, invece, comprende la ristrutturazione dell'edificio storico del tribunale con la formazione di nuovi archivi interrati e la ristrutturazione dell'edificio di via De Amicis, attuale sede dell'Asl, e della sede della scuola materna/asilo nido Umberto I. Un cantiere importante della durata di circa tre anni che potrebbe causare disagi anche dal punto di vista del traffico. "È pronto un piano viabilistico – conclude Marrazzo – per limitare al massimo i problemi legati al traffico. L'entrata nell'area di cantiere sarà in via Vittorio Emanuele, poi si passerà in piazza Garibaldi. I mezzi pesanti proseguiranno per via De Amicis e usciranno ripercorrendo via Vittorio Emanuele, mentre le auto in uscita potranno utilizzare via Gerardo dei Tintori sia verso via Aliprandi che verso via Vittorio Emanuele".

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi