04 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Il pgt e il non senso della destra

15 Marzo 2007

La vicenda del Pgt è esemplificativa dell'idea di governo, del senso istituzionale e della capacità programmatica della destra monzese che oggi ha la faccia di Marco Mariani.

Ci sono voluti cinque anni per dotare la nostra città di un Piano di Governo del Territorio (Pgt): un insieme di disegni, di regole, di norme che dovranno sovrintendere allo sviluppo di Monza, alla tutela degli spazi vivibili per tutti i cittadini, alla possibilità di determinare nuove e migliori condizioni di vita e di convivenza. Cinque anni, forse troppi, certamente difficili e carichi di continue tensioni, tra ricorsi, sentenze, leggi regionali pensate solo per bloccare l'azione amministrativa della giunta e del Consiglio Comunale della città. Per questo è assai comprensibile la gioia e la festa che ha coinvolto assessori e Consiglieri Comunali al termine della votazione finale. Ma la vicenda del Pgt è esemplificativa dell'idea di governo, del senso istituzionale e della capacità programmatica della destra monzese che oggi ha la faccia di Marco Mariani.

1) In cinque anni Forza Italia, Alleanza Nazionale e Lega Nord non sono stati in grado di presentare nelle sedi istituzionali, ma soprattutto in città, un progetto per Monza, un disegno di tutela e sviluppo del nostro territorio, insomma al Pgt presentato dalla giunta nessuna idea programmatica ha saputo opporre. Assenza di idee, di cultura di governo, di capacità di coinvolgere la società civile e le sue organizzazioni attorno almeno a una ipotesi di riorganizzazione dello spazio urbano. E allora varrebbe al proposito ricordare quanto un consigliere di Forza Italia sconsolato ebbe modo di dire a un collega: "…prima di progettare Monza dovremmo ricostruire il centro destra".

2) In cinque anni Forza Italia, Alleanza Nazionale e Lega Nord hanno scambiato la sala del Consiglio Comunale nel luogo prediletto per un torneo della serie: vince chi la fa più grossa! E così, c'è stato chi vi ha mangiato la pizza, chi ha cercato di distruggere, versandovi acqua, l'impianto voce, chi ha pensato bene d'implementare il proprio vocabolario degli insulti, chi ha parlato per oltre sei ore solo allo scopo di non far deliberare il consiglio stesso e così via… Questo è il rispetto delle istituzioni pubbliche che anima la destra locale. Anzi, sono andati anche oltre. Per bloccare il Pgt hanno presentato 20mila emendamenti, meglio, falsi emendamenti. Tra l'uno e l'altro cambiava un articolo, una preposizione, un verbo… Se fossero stati discussi tutti ci sarebbero volute oltre 800 sedute. Ai cittadini hanno cercato di spiegare la loro scelta ma poi agli stessi hanno detto: "…scherzavamo" e li hanno ritirati. Rispetto zero anche verso i cittadini. Sullo sfondo la Cascinazza e qualche interesse particolare.

3) A conferma di tutto ciò, i primi manifesti elettorali che riproducono anche in città uno stile tanto caro alla destra e altrettanto perdente. La ricerca continua di "un nemico" contro il quale scatenarsi senza esclusione di colpi. Oppure un linguaggio e una comunicazione capaci solo di demonizzare, distruggere ma non costruire. Ma chi vuole governare deve costruire, pensare, progettare. Esattamente l'opposto di quanto la destra oggi esprime.

Già, perché sia chiaro a tutti, il sogno di Mariani&C è quello di stravolgere il Pgt appena adottato e restituire la città a beneficio degli interessi di pochi, anzi di pochissimi.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi