03 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Dl-Ds, famiglia o “Dico”?

8 Marzo 2007

20070308_maggioni

Nel primo congresso formale della nuova provincia la Margherita ha discusso  di Partito Democratico. Il segretario Fabio Maggioni descrive le sensazioni.

"Lei è qui per la Margherita o per i Ds?", chiede con un sorriso una signora all'ingresso. Comincia così la mattina di sabato scorso, all'insegna degli incontri politici del centro sinistra, tutti in Circoscrizione 3. Al piano terra il primo congresso provinciale della Margherita, sopra una conferenza programmatica dei Ds, futuri compagni nel Partito Democratico. Nella sala in cui si tiene il congresso della Margherita è tutto un susseguirsi di saluti tra iscritti e ospiti "eccellenti": la senatrice Emanuela Baio Dossi, il deputato Enrico Farinone, l'assessore provinciale all'attuazione della Provincia di Monza e Brianza Gigi Ponti, il segretario cittadino nonché assessore al Decentramento e Risorse Umane del Comune di Monza Fabio Maggioni, l'assessore provinciale alle Attività Economiche Ezio Casati, il deputato europeo Patrizia Toia, il segretario e consigliere regionale Battista Bonfanti, il consigliere regionale Carlo Spreafico, il presidente provinciale delle Acli Milano Gianni Bottalico e il capogruppo in Provincia Mario Barbaro. E poi tanti invitati: il segretario provinciale dei Ds Enrico Brambilla, fresco di nomina, e quello cittadino Giuseppe Civati, il segretario cittadino di Rifondazione Comunista Marco Fraceti e quello provinciale dello Sdi Roberto Vertemati.

È stato il primo congresso formale della Margherita della Provincia di Monza e Brianza, secondo le forme statutarie: ammessi 110 delegati in rappresentanza dei circoli dei circa 50 Comuni che costituiscono la provincia e consentita comunque la partecipazione a tutti gli iscritti. A fine giornata si sono contate 150 presenze e la sala è rimasta piena tutto il tempo. I lavori si sono conclusi nel pomeriggio con l'elezione a segretario della Provincia di Monza e Brianza di Sandro Cantù.

Abbiamo intervistato in occasione del congresso il segretario cittadino Fabio Maggioni.

Segretario Maggioni, ci sono stati molti interventi degli iscritti della base, oltre a quelli dei dirigenti…

Sì, abbiamo voluto dare spazio a tutti gli iscritti, era una richiesta molto sentita dalla base, per due motivi. Primo perchè la provincia di Monza e Brianza è una realtà nuova e quindi c'era bisogno di confrontarsi su quale forma dare qui al partito. Secondo perché c'è un grosso tema ancora in discussione: il Partito Democratico.

Quali sono i principali nodi sollevati?

Il nodo principale è quello dell'identità: come salvaguardare una storia personale all'interno di una coalizione molto più ampia. Poi ci sono aspetti legati alle realtà locali, in cui i rapporti anche personali tra gli esponenti dei diversi partiti sono differenti.

A Monza i rapporti come sono?

Ottimi. Veniamo da cinque anni di giunta di centro sinistra dove noi, i Ds e Rifondazione Comunista abbiamo di fatto costituito l'asse politico di questa giunta. Abbiamo avuto un banco di prova significativo e abbiamo dimostrato qui a Monza che è possibile operare con una forte convergenza, correttezza e rispetto reciproco. Nessuno neanche dei nostri avversari politici può mettere in dubbio la solidità di questa coalizione.

Andrete alle elezioni con una lista unica?

Il congresso provinciale non ha dato un'indicazione certa per tutti i Comuni della Provincia: l'indicazione è quella di operare affinché – ove le condizioni locali lo consentano – si vada a una lista unitaria.

E qui lo consentono?

Sì, qui lo consentono.

Altri temi affrontati nel congresso?

Un problema che riguarda la Margherita, ma anche la società civile: Monza vuole esercitare un ruolo egemone nel contesto della neonata Provincia? Su questo c'è preoccupazione da parte degli altri Comuni. E lo stesso a livello politico: quando ci saranno le elezioni provinciali il peso di Monza sarà significativo. Da parte della Margherita però non si vuole un'egemonia monzese all'interno del partito, ma un'occasione di confronto e conoscenza tra i vari Comuni.

Il congresso è stato una tappa positiva verso il Partito Democratico?

Sì, per il clima e gli interventi: sono intervenuti Enrico Brambilla e Giuseppe Civati e i loro non sono stati interventi formali, non ci si è limitati ai soli saluti.

Cosa intende per "non formali"?

Si capisce dall'intervento se le parole sono soppesate e se la reazione della sala è di cortesia perché deve o se c'è attenzione, condivisione. Si è dimostrato che c'è un cammino in atto tra le due forze politiche che va oltre quelli che possono essere gli interessi strumentali e momentanei in vista di qualche tornata elettorale. I dubbi e le perplessità si fugano man mano che si va avanti nella strada: prima di sposarsi è bene che ci si conosca e ci si chiarisca su alcuni aspetti per non trovare poi sorprese dopo il matrimonio.

Ma è un matrimonio o un "Dico"?

Questo non si sa, perché dobbiamo capire bene com'è la composizione di genere di questi due gruppi. Quando lo capiremo potremo stabilire se è un "Dico" o un matrimonio!        J

 

La Margherita in Brianza

sindaci: 5 iscritti (Vimercate, Muggiò, Nova, Barlassina e Usmate Velate) e un'altra decina "simpatizzanti" (tra cui Villasanta, Cesano Maderno, Camparada e Varedo)

consiglieri comunali: più di 100

giovani < 30 anni: circa 80

municipalizzate: presente in quasi tutte, tra cui Cem (Consorzio Est Milanese) e Alsi (Alto Lambro Servizi Idrici S.p.A.)

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi