24 Novembre 2020 Segnala una notizia

Cisl, un sindacato in crescita

15 Marzo 2007

20070315_bandiere_cislDal report sul 2006 emerge l'aumento degli iscritti sia fra i pensionati sia fra gli attivi

Sono poco più di 56mila gli iscritti, 559 in più rispetto al 2005. A fare il punto sul lavoro svolto nel 2006 dalla Cisl (Confederazione italiana sindacati lavoratori) sono Marco Viganò, segretario generale della Cisl Brianza, Ambrogio Meroni, segretario Cisl e Giuseppe Sala, responsabile dell'ufficio vertenze. "I dati dimostrano un incremento positivo – spiega Viganò – non solo per quanto riguarda i pensionati, ma anche i lavoratori attivi". "Un responso complessivamente buono – aggiunge Meroni – che conferma la fiducia in un sindacato che sa quale deve essere il suo ruolo senza farsi trascinare in collateralismi dannosi a sé e a chi si vuole tutelare". Una crescita fra i tesserati che coinvolge quasi tutte le categorie. Aumentano gli iscritti nel settore edile, 108 in più, passando dai 3.793 del 2005 ai 3.901 del 2006. In crescita anche il settore del commercio con 96 nuove tessere. In ribasso il settore del tessile che, sull'onda della crisi che sta vivendo da qualche anno a oggi, ha registrato una diminuzione di i 155 fra gli iscritti. In aumento gli iscritti all'Alai, il sindacato dei lavoratori atipici che ha fatto segnare un incremento di 52 tessere raggiungendo un totale di 500 iscritti, anche se, ad avere più iscritti, è la Fim, il sindacato dei metalmeccanici, con 5.224 tesserati. Un dato importante è l'aumento degli iscritti extracomunitari, che in totale sono 1.395, di cui 344 iscritti alla Fisascat, 523 alla Filca, 198 alla Femca, 22 all'Alai, 248 alla Fim e 60 alla Fai. "Abbiamo scoperto un «nuovo» fenomeno – spiega Sala – Quello delle buste paga fittizie".

20070315_cisl

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un modo per aggirare la legge: accanto a buste paga o contratti per un lavoro part time, gli assunti, poi, si trovano a rispettare un "contratto" verbale, che implica l'impegno per tutto il giorno, stipulato con il datore di lavoro. Un lavoro che formalmente non può essere chiamato "nero", ma che di fatto, un po' lo è. "La busta paga viene data – conclude Sala – ma non uno stipendio adeguato al lavoro svolto, nessun contributo, né ferie o malattia. Se ci sono, sono solo in piccola parte". Risultati buoni sono stati registrati dalle vertenze e fallimenti che hanno fatto recuperare 3 milioni e 715mila euro. In totale le pratiche aperte sono state, nel 2006, 695 di cui 60 fallimenti che hanno coinvolto 161 lavoratori. Delle 695 pratiche, 209 (174 in corso e 35 definite) sono state trattate dai legali e 486 (231 in corso e 255 definite) dagli uffici Cisl. I lavoratori coinvolti sono 439 in città di cui 345 per vertenze individuali, 19 coinvolti in sei vertenze collettive e 75 coinvolti in 37 fallimenti.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi