02 Dicembre 2020 Segnala una notizia

Meraviglia e sorpresa al Binario 7

17 Febbraio 2007

20070216-giuliettaLa stagione teatrale del Binario 7 ha completato il girone di andata. Parliamo di “Nati sotto contraria stella” e “L’idiota“.

La stagione teatrale del Binario 7 ha completato il girone di andata. Sono passati già quattro dei titoli in cartellone per Teatro+Tempo Presente e tre di Teatro+Danza Immobile.
Della prima rassegna, quella che “ospita” produzioni altrui, pur facendo un torto agli altri, piace ricordare in particolar modo il Romeo&Giulietta di Leo Muscato. Difficile pensare che si possa essere sorpresi da una storia così abusata e lisa. Ma è così. Una rivisitazione deliziosa, con attori tutti maschi, maturi e puzzolenti, eppure delicatissimi.

20070216-romeo-giulietta
Il cast al completo di “Nati sotto contraria stella” (Foto di E. Raimondi)

Nulla manca dell’opera di Shakespeare: le famiglie contrapposte, il romanticismo luna-balcone-candore, la classicità della storia (l’amore contrastato)… C’è invece un elemento aggiunto. Un esaltatore di sapidità, il glutammato della scena. Una fantastica, commovente ironia. Una Giulietta barbuta e un Romeo avanti con gli anni si accompagnano nel turbinìo degli accadimenti verso l’ineluttabile tragedia, fra lazzi, piroette, battute e battutacce. Ma la lievità dello spettacolo non scende mai a compromessi. O meglio, quando lo fa, esagera a tal punto da sconfinare nel paradosso, così sfacciatamente ruffiano da sconfinare nel sublime. Una meravigliosa nave i cui vogatori sono personaggi grotteschi che allegramente remano, si sfiancano dalla fatica, per andare ad affondare il più a largo possibile. Lontano dall’aridità della realtà, vicino alla linea d’orizzonte che separa l’emozione dalla commozione.

20070216-accordino-idiota
Corrado Accordino in “L’idiota” (Foto di E. Raimondi)

Dell’altra rassegna, quella delle auto-produzioni della Compagnia Danza Immobile, è stato l’Idiota a farsi ricordare con maggior piacevolezza. Anche in questo caso c’è uno spiazzamento. Se in “Nati sotto contraria stella” stupisce, ad esempio, età e sesso dell’adolescente veronese, nella messinscena del romanzo di Dostoevskj è l’identità stessa del protagonista. La scelta di Corrado Accordino (regista ed attore unico) di puntare l’attenzione su una parte, quella sola, della ingarbugliata trama ha fatto sì che — ancorché il principe Myskin — al centro della scena si ritrovi Marie. La ragazza che morirà di tisi, sedotta e abbandonata, emarginata e vessata, viene ad essere ritratta dalla gesualità esasperata del narratore, dalle sue parole piene di pietà in maniera così compassionevole da sostituirsi ad esso. Il principe è persona oltremodo sensibile, e la sua partecipazione emotiva possiamo solo intuire attraverso le parole, non possiamo certo parteciparla. Eppure lo spettacolo è talmente riuscito che pure noi, cinici abituati a vedere nefandezze di ogni genere quotidianamente, ci esaltiamo seguendo la redenzione della turba di ragazzi che prima lapida Marie e poi, grazie alla guida di Myskin, ne diventa l’angelo custode. Salvandola dalla grettezza della madre e dell’angusto paese, se non dalla morte.
20070216-schiele-self-portLa locandina dello spettacolo avrebbe avuto gioco facile a rifarsi al girasole, unico elemento scenico. Invece è uno dei tanti autoritratti di Schiele a farsene icona. Bizzarro. Sarà stata forse la similitudine gestuale, la postura del pittore austriaco. Certo non il suo esasperante egocentrismo, così distante dall’altruismo del principe.

 

 

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi